Home » Potenziata la rete di supporto alle donne vittime di violenza
Ultimi articoli

Potenziata la rete di supporto alle donne vittime di violenza

Siglato il 26 Ottobre il «Protocollo Operativo sulla violenza di genere» dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, Giancarlo Amato, e dal direttore generale Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, alla presenza dell’assessore Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, il consigliere regionale Eleonora Mattia e i sindaci del Distretto.

«L’obiettivo del protocollo è quello di attuare, in grande sinergia, strategie volte alla promozione di azioni e politiche attive finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne e i minori e alla realizzazione di una rete di accoglienza, ascolto, protezione delle vittime di violenza di genere e di quelle in condizioni di particolari vulnerabilità», ha commentato l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Tra gli impegni previsti dal Protocollo di Intesa una piattaforma online come collegamento tra le varie istituzioni coinvolte, l’individuazione di azioni specifiche per la prevenzione della violenza e la protezione delle vittime anche minori, la condivisione delle buone pratiche a livello territoriale.

“Dedichiamo questa giornata a Maria Manciotti, vittima di femminicidio di Segni, e a tutte le donne che non sono state credute, non hanno trovato la porta aperta per chiedere aiuto o il cui grido non è stato ascoltato. Il Protocollo siglato oggi – afferma Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Pari Opportunità del Consiglio Regionale del Lazio – è un impegno a mettere in campo ogni energia affinché il personale socio-sanitario e giudiziario sia preparato a intercettare ogni segnale di violenza e indirizzare le vittime in un percorso di liberazione. Soprattutto è un impegno affinché nessuna donna che subisce violenza si senta sola, in particolare quando si trova dentro un Tribunale o in un Ospedale pubblico”.

“Ringrazio ancora – conclude – il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, Giancarlo Amato, e il direttore generale ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, per la sensibilità dimostrata e l’impegno profuso affinché il Protocollo si declini nella realtà del quadrante”

Related posts

Serie A: Stanziato un milione di euro per le vittime del terremoto

Luca Casale

Valmontone, intimidazioni contro un dirigente del comune

Matteo Palamidesse

Il Presidente della Pro Loco di Valmontone nella giunta nazionale UNPLI

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info