Home » Palestrina, riaprono parchi, cimiteri ed isola ecologica. Riattivata la sosta a pagamento non senza polemiche da parte dell’opposizione
Cronaca

Palestrina, riaprono parchi, cimiteri ed isola ecologica. Riattivata la sosta a pagamento non senza polemiche da parte dell’opposizione

Revocata l’ordinanza n° 29 e scaduti i termini della n° 38, vengono riaperti i parchi cittadini (ma non le aree gioco per bambini) ed i cimiteri comunali. Riattivata la sosta a pagamento. Riapre anche l’isola ecologica.

Inizia la fase 2 e il comune di Palestrina riapre parchi e cimiteri. Soprattutto questi ultimi erano nei pensieri di molti, non avendo potuto fare visita per molto tempo ai propri cari o semplicemente a fare pulizia. Il Comune di Palestrina aveva depositato delle corone di fiori durante il periodo pasquale, a nome di tutta la cittadinanza.

I parchi vengono riaperti, ma non le aree gioco per i bambini. Il timore di assembramenti è ancora alto e la disposizione giunge proprio in questa direzione.

Riattivata anche la sosta a pagamento, sospesa con ordinanza n° 38. Riattivazione che ha sollevato le critiche dell’opposizione che attraverso un post del consigliere del Pd Manuel Magliocchetti, avrebbe voluto la sospensione in atto ancora per tutto il mese di Maggio.

“Avevamo proposto di mantenere GRATIS 
i parcheggi fino al 31 Dicembre per dare un segnale un aiuto ai commercianti e ai cittadini per i vari servizi ( negozi,posta e banche) BOCCIATA!! 
Ma visto che dal 4 Maggio ci sarà una riapertura graduale e non la fine dell’emergenza !!!! magari per il mese di MAGGIO si potevano lasciare libere le persone di posteggiare!!!” ha affermato il consigliere sulla sua pagina social”.

Critica a cui ha risposto la stessa amministrazione comunale sempre sul canale ufficiale social, sottolineando come ulteriori proroghe della sospensione avrebbero potuto portare ad azioni di rivalsa da parte del gestore, poiché avrebbe potuto essere vista come una modifica unilaterale del contratto. I parcheggi sono stati affidati a terzi, proprio attraverso un contratto di concessione del servizio per la loro gestione.

“Con l’inizio della FASE 2 dell’emergenza, l’Amministrazione ha ritenuto meno pregnanti le cause di forza maggiore che hanno portato alla sospensione del pagamento. Ulteriori proroghe decise in vigenza di un contratto di concessione del servizio a terzi, si paleserebbero come una modificazione unilaterale dei termini contrattuali ed esporrebbero l’Amministrazione Comunale ad azioni di rivalsa da parte del gestore. Con l’occasione si evidenzia che il contratto è stato ereditato dalla passata maggioranza, si caratterizza per l’insolita lunga durata (6 anni, scade nel 2021) e per il fatto che le risorse vengono introitate direttamente dal gestore che poi riconosce al Comune il 24,82%. Non c’è chi non possa vedere una illogica inversione della procedura”.

Riapre anche l’isola ecologica di Via Pedemontana. L’accesso sarà regolato nei seguenti termini: si accede uno per volta per evitare assembramenti, utilizzo di mascherine e guanti, seguire le direttive del personale del centro, mantenere la distanza sociale di almeno un metro.

Related posts

Rischio sismico nel Lazio, gli interventi delle Amministrazioni territoriali in attesa delle nuove NTC

Luca Casale

Pro Loco Carchitti, il ricavato della cena solidale per le popolazioni colpite dal sisma

Matteo Palamidesse

Omicidio a Cave: uccide la moglie a colpi di pistola

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info