Home » Giovane di Cave ucciso da Covid19: preoccupazione al call center
Cronaca

Giovane di Cave ucciso da Covid19: preoccupazione al call center

La Regione Lazio ricostruisce i tempi esatti e diffonde una nota tesa a tranquillizzare gli operatori di Youtility Center, il call center di Settecamini dove Emanuele Renzi era responsabile del “187 Tim”

“In merito al decesso del ragazzo di 34 anni al Policlinico di Tor Vergata da prime notizie acquisite dall’indagine epidemiologica svolta dal servizio di prevenzione della Asl Roma 2 emerge che il ragazzo, che lavorava in un call center (era stato a Barcellona dal 6 all’8 marzo e il 9 marzo è stato il suo ultimo giorno di lavoro e poi si era posto in auto isolamento), ha mostrato i primi sintomi di febbre il giorno 11 e il 16 è stato trasferito, su indicazione del suo medico, in ambulanza e ricoverato al Policlinico di Tor Vergata dove entrava in terapia intensiva”.

Lo dichiara in una nota Salute Lazio, che aggiunge: “Oggi è avvenuto il decesso ed è stato disposto l’esame autoptico per chiarire le cause della morte. Domani verrà svolto un sopralluogo da parte dei servizi di prevenzione della Asl Roma 2 presso il call center e ci sarà una prima relazione sull’indagine epidemiologica”.

Domani, intanto, buona parte dei 4000 lavoratori circa che operano nel call center sono stati invitati a rimanere in casa finché, nel giro di qualche giorno, non verrà completata l’indagine epidemiologica e l’opera di sanificazione dei locali. Nella giornata di oggi, dura la reazione dei lavoratori al post di cordoglio pubblicato sulla pagina social dell’azienda che, per i commenti apparsi, è stata oscurata poco dopo.

Resta da capire quanto il tardivo ricorso alle cure mediche ospedalieri possa aver compromesso in modo serio l’apparato respiratorio e quando ciò ha influito sul decesso del giovane.

Related posts

Pubblicato l’importo della raccolta fondi Palestrina per Amatrice | FOTO

Luca Casale

Trovato dai carabinieri il pirata che ha ucciso Gabriele

Redazione Numerozero

Stazione metro Colli Albani, si lancia contro il treno. AGGIORNAMENTI

Redazione Numerozero

1 commento

Marinella Soriente Marzo 22, 2020 at 11:12 pm

I 4000 dipendenti stanno ancora aspettando tramite canali ufficiali come mail/pec informazioni a riguardo nonostante molti di noi abbiano rispettato la quarantena dall’inizio del mese..mai un accenno a nulla di quello che è successo fino ad oggi solo l’invito di andare a lavorare per non perdere il posto 😡

RISPONDI

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: