Home » Cari Orvieto Palestrina: il botto è forte, il bottino magro
Cronaca

Cari Orvieto Palestrina: il botto è forte, il bottino magro

Alle 2.21 della scorsa notte, nuovo assalto al tritolo al bancomat della Cassa di Risparmio di Orvieto. Tutta Palestrina si sveglia ma i soldi restano al sicuro

Tre anni fa, il 28 novembre 2017, alle 2.13 di notte un’esplosione svegliò Palestrina. Quattro malviventi avevano fatto saltare il bancomat della Cassa di Risparmio di Orvieto portandosi via 70 mila euro.

Stavolta, la dinamica è la stessa ma l’epilogo cambia. Alle 2.21 un boato fortissimo è stato avvertito da San Rocco a Colle Martino: il bancomat di Cari Orvieto salta via ma i soldi restano al sicuro. Sulla scocca, ancora oggi, si può leggere l’etichetta: “Bancomat protetto da gabbia anti esplosione e anti sradicamento”. E così è stato. Tutti i contanti rimangono nella gabbia e la banda bassotti è costretta a battere in ritirata a mani vuote.

Related posts

Pallacanestro Palestrina: gli impegni di precampionato

Luca Casale

Ariccia, tenta il suicidio, fermato dalla Polizia

Matteo Palamidesse

Donati defibrillatori alla scuola di Colonna: i bambini ringraziano

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info