Home » Palestrina. Consiglio comunale dei giovani, ecco chi sono gli eletti
Palestrina

Palestrina. Consiglio comunale dei giovani, ecco chi sono gli eletti

Elezioni del Consiglio comunale dei giovani
Elezioni del Consiglio comunale dei giovani

Ieri, 16 Giugno, si sono tenute le elezioni del Consiglio Comunale dei giovani del Comune di Palestrina.

Le elezioni del Consiglio dei giovani si sono tenute nella sala conferenze presso la Biblioteca Comunale Fantoniana.
Come requisito anagrafico per poter essere candidati e costituire il corpo elettorale  l’aver compiuto entro il 16 giugno i 15 anni e, alla stessa data, non avere più di 25 anni.
"Quella del Consiglio Comunale dei giovani è senza dubbio un’esperienza di arricchimento sociale e umano, sia per i direttamente coinvolti che per tutta la comunità" il momento dell'amministrazione comunale di Palestrina.
Tre le liste presentate, Praeneste attiva, Nuova Praeneste e Giovani per Palestrina per un totale di ben 30 i candidati alla carica di consigliere comunale dei giovani.
I risultati hanno premiato la lista Preneste attiva con 125 voti a cui seguono Nuova Praeneste con 61 voti e Giovani per Palestrina con 50 voti.

8 gli eletti nella prima lista, 4 nella seconda e 3 nella terza.

Storia. Il Consiglio Comunale dei Giovani e il Consiglio Comunale dei Ragazzi, sigle C.C.G. e C.C.R.) è un organo istituzionale consultivo creato in alcune località italiane.

E’ impostato sulla falsariga del Consiglio comunale “adulti”, ma è composto di soli ragazzi e adolescenti.

È dunque un organo di rappresentanza che viene eletto a suffragio universale da tutti i giovani di età (in genere) compresa tra i 15 e i 21 o tra i 15 e 25 anni, residenti o domiciliati nel territorio comunale.

Possono candidarsi alle elezioni del Consiglio dei Giovani ragazze e ragazzi fra i 15 e i 25 anni di età che resteranno in carica per due o tre anni.

Sono, dunque, organismi di rappresentanza democratica di tutti i giovani residenti nel territorio di riferimento.

Hanno funzioni consultive di natura preventiva e obbligatoria su tutti gli atti amministrativi, varati dal Comune, che riguardano i giovani.

Quindi, il comune, non potrà deliberare in materia di politiche giovanili senza prima aver consultato formalmente il Consiglio.

Questo è tenuto a mettere in atto delle iniziative autonome:

  1. promuovere la partecipazione dei giovani alla vita politica del Comune
  2. informare i giovani sulle attività dell’ente locale e su quanto li riguarda da vicino (come per esempio i programmi comunitari per la gioventù);
  3. elaborare progetti a livello locale, nazionale ed europeo in maniera autonoma o in collaborazione con associazioni, altri enti e organismi.

Per saperne di più: CLICCA QUI

Vuoi prendere visione del regolamento?: CLICCA QUI

Se desideri leggere gli articoli correlati sul Consiglio dei giovani e dei ragazzi: CLICCA QUI

Related posts

“Fuochi nella Notte XX”, il 23 -24 e 25 Aprile a Genazzano

Redazione Numerozero

Valmontone, cade dalla moto in allenamento. Gravissimo bambino di 8 anni

Redazione Numerozero

Roma: sciopero di quattro ore di almeno sette linee

Luca Casale

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info