Home » Regione Lazio e Coronavirus, D’Amato: ” Si utilizzino le mascherine o si dovrà richiudere”
Cronaca

Regione Lazio e Coronavirus, D’Amato: ” Si utilizzino le mascherine o si dovrà richiudere”

ALESSIO D'AMATO ASSESSORE SANITA REGIONE LAZIO

L’appello dell’Assessore alla Sanità laziale, dopo le segnalazioni sulla movida e i cluster riscontrati nel territorio regionale.

“Rivolgo un appello all’utilizzo della mascherina o si dovrà richiudere. Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui. Dobbiamo usare la mascherina o rischiamo nuovi casi come in Catalogna”.

E’ l’appello dell’assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato dopo gli ultimi casi di coronavirus registrati in regione.

L’assessore si dice disposto ad atti più stringenti, dopo essersi confrontato con il comitato tecnico scientifico governativo. Sotto la lente di ingrandimento i locali e i giovani, che molto spesso – nella falsa convinzione che nulla possa accadere loro- girano senza mascherina.

Altra questione sono i casi di importazione, cittadini stranieri sottoposti a tampone e riscontrati positivi. Non abbassare la guardia è però il diktat, altrimenti una chiusura potrà essere di nuovo presa in considerazione.

“L’unica vera arma sono le mascherine, ma abbiamo notato che se ne usano sempre meno. La vendita di mascherine si è abbassata del 40-45% ed è una cosa assurda. E’ un dato che abbiamo estrapolato dalle vendite delle farmacie di Roma. Abbiamo passato la fase in cui erano introvabili, in cui c’è stata la speculazione. Ora che le abbiamo a disposizione e a prezzi calmierati non notiamo i volumi di vendita che ci aspettavamo”

La preoccupazione però è rivolta alla seconda ondata. Le alte temperature, il nostro passare più ore all’aperto, la capacità di aerare bene la casa sono tutti fattori che non permettono la diffusione del virus. Ma il virus circola tra di noi, a volte in maniera del tutto consapevole dei positivi.

“Se riuscissimo ad abbattere il virus ora, ci sarebbero meno possibilità di una seconda ondata” conferma l’assessore., che aggiunge di aver notato, attraverso i dati un abbassamento dell’età media degli infetti.

Il pericolo c’è “c’è sempre il rischio di tornare ad una situazione come quella di partenza”.

Related posts

Sensazioni ed emozioni post Covid da una prospettiva difficile

Redazione Numerozero

Halloween stupefacente: 16 in manette, 500 dosi sequestrate

Redazione Numerozero

Colleferro, scoperti con armi e droga in casa dopo inseguimento. Un arresto e una denuncia

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info