Home » Chiusi tutti i negozi tranne alimentari e farmacie
Cronaca

Chiusi tutti i negozi tranne alimentari e farmacie

Garantiti i trasporti, fabbriche aperte nel rispetto delle norme di sicurezza. 14 giorni di stop totale per tutti. Consulta il Decreto approvato con l’elenco completo di tutte le categorie

Arriva la stretta del Governo, una stretta ulteriore alle misure già adottate nei giorni passati. Il premier Giuseppe Conte parla in diretta Facebook . “Al primo posto c’è la salute degli italiani”

“Saranno chiusi tutti i negozi tranne quelli per i beni di prima necessità, come farmacie e alimentari. Resta consentita la consegna a domicilio. Le industrie resteranno aperte ma con misure di sicurezza. Saranno garantiti i trasporti e le attività agricole, zootecniche ed agroalimentari, nonché le attività di servizi ad esse collegate”.

Verranno garantiti quindi i rifornimenti degli alimentari, ma verranno chiusi i centri commerciali. Saranno aperti gli uffici postali e le banche ma saranno chiuse tutte le attività considerate non essenziali.

Per tutti gli altri ambiti lavorativi vanno incentivate il più possibile le modalità di lavoro da casa. Barbieri, centri estetici e parrucchieri chiusi. Aperti quelli di pubblica utilità.

Nel giorno in cui l’OMS decreta come Pandemia quella che fino a ieri era considerata solo Epidemia, arriva quindi lo stop totale a tutte le attività o quasi. “Abbiamo valutato che il COVID-19 può essere caratterizzato come una situazione pandemica”. Così ha affermato il capo dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing da Ginevra sull’epidemia di coronavirus. “L’Oms ha valutato questa epidemia giorno dopo giorno e siamo profondamente preoccupati sia dai livelli allarmanti di diffusione e gravità, sia dai livelli allarmanti di inazione“. 

Il dato: Alle 18.00 dell’11 Marzo 12.462 sono i casi totali in Italia da quando c’è l’emergenza coronavirus. I positivi sono 10.590, 1.045 i guariti dimessi, e 827 i decessi. 

ECCO NEL DETTAGLIO tutte le attività che restano aperte (con un metro di distanza di sicurezza interpersonale):

  • Ipermercati
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione
  • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT)
  • Ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Farmacie
  • Parafarmacie, per medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, corrispondenza, radio e telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
  • Mense e del catering continuativo su base contrattuale
  • Ristorazione con consegna a domicilio
  • Somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali
  • Servizi bancari, finanziari, assicurativi
  • Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nel rispetto di norme igienico sanitarie molto precise, i ristoranti nelle aree di servizio stradali e autostradali e nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e negli ospedali.
  • Aperti anche servizi bancari, finanziari, assicurativipompe di benzina, idraulici, meccanici, artigiani.
  • Attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi
  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali, altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse

Restano invece chiusi:

  • Tutte le altre attività commerciali al dettaglio
  • I mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari
  • Attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie)
  • Attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti)

Related posts

Velletri, si spara un colpo alla testa nel suo furgone. Giallo sulla morte di un 36enne

Redazione Numerozero

A Serrone patacca e Passerina tornano protagoniste della Sagra

Redazione Numerozero

Palestrina basket sul mercato: arriva il pivot Nicolai Vangelov

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info