Home » Palestrina piange Hassan Kadir, figura storica della pallacanestro arancioverde
Cronaca

Palestrina piange Hassan Kadir, figura storica della pallacanestro arancioverde

di Massimiliano Rosicarelli

Palestrina. Il basket arancioverde piange la prematura scomparsa di Hassan Kadir.

Chi veste e allena questi colori lascia il segno, perché l’avventura che si vive nel giocare e allenare Palestrina è un’avventura di vita, che prende un pò da tutti coloro che hanno solcato i campi della Pallacanestro Palestrina.

All’indomani del derby perso allo scadere, in quel di Valmontone è arrivata la doccia fredda che ha scosso tutta Palestrina: la morte di Hassan Kadir.

Una figura storica della palla a spicchi arancioverde che ha segnato la storia sportiva degli anni ’80 e ’90 di quel Palestrina targato IVU. Protagonista indiscusso di quel Palestrina che, con Maurizio Tomassi, Barraco, Rossi, Santoro, lo vide finalista in B nel 1988, per proseguire la sua militanza a Palestrina nelle squadre che difesero i nostri colori tra serie C e B2, con compagni del calibro di  Agostino Galdi, Andrea Di Paola, Maurizio Macchi, Marco Brecci e Giancarlo Maiolo, giusto per fare qualche nome di quella squadra che ogni domenica alla Flacco dava il massimo.

Un ragazzo esemplare, dal tono pacato, un uomo dai forti valori con un’educazione unica, uomo che ricercava sempre i punti d’unione mai quelli di divisione.

Anche dalla pagina social della Pallacanestro Palestrina viene ricordato con immagini e pensieri. “Hassan Kadir è stato quella canotta con il numero 10, quello del leader a prescindere da tutto e da tutti. Un unione con Palestrina che è partita da molto lontano e che lo ha ocnsacrato quando ha toccato l’apice da allenatore. Una carriera straordinaria che ha onorato con la casacca arancioverde. La notizia della morte di Kadir tocca tutto il popolo arancioverde che domenica al PalaIaia, ne siamo certi lo ricorderà come sempre sa fare la gente di Palestrina, con quel lungo applauso prima di Palestrina-Catanzaro in un raccoglimento che in un minuto rievocherà la Vita di un Campione, già, il Kadir che ora dal Cielo con la maglia numero 10 ci accompagnerà nel nostro traguardo sportivo, l’A2, ciao Hassan”.

Anche il Comitato Regionale Fip Lazio, con il suo presidente Francesco Martini, il Consiglio Direttivo e tutte le società del Lazio, esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa di Hassan Kadir e si stringono attorno alla sua famiglia.

Photo credit: Pallacanestro Palestrina

 

Related posts

Ritrovata una delle due ambulanze rubate a Valmontone

Redazione Numerozero

Roma, si dimette il comandante della Polizia Municipale

Matteo Palamidesse

Antonio Stazi muore folgorato sul lavoro: cavi dell’alta tensione ancora letali

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info