Home » Denuncia la violenza su Facebook, Palestrina sotto shock
Cronaca

Denuncia la violenza su Facebook, Palestrina sotto shock

Aurora con un post su Facebook ed una decina di fotografie denuncia di essere stata vittima di violenza. Tra gli attestati di vicinanza, i fatti. Quando tutto ciò accade dentro casa.

E’ bastato un post, corredato da 13 fotografie per mettere a nudo la situazione. Aurora, ventenne di Palestrina descrive in due righe l’accaduto.

“CIAO SONO AURORA UNA SEMPLICE RAGAZZA DI 20 ANNI E LA NOTTE TRA IL 22 E IL 23 OTTOBRE 2019 HO SUBITO VIOLENZA DA CHI DICEVA DI AMARMI”.

Le foto non lasciano dubbi sull’accaduto: lividi, ecchimosi, graffi, ematomi sul viso, sulle gambe, sulle braccia. Una vera e propria aggressione.

“Non avevo nemmeno 13 anni quando mi sono innamorata di un ragazzo, mi è piaciuto da subito, ci siamo piaciuti, era più grande di me, ma di soli 5 anni, ma la differenza d’età non contava perchè io ero felice. Gli ho dedicato 7 anni della mia vita e probabilmente ad oggi essendo arrivata a questo punto dovrei pensare che è successo tutto per colpa dell’amore, che non avrei mai dovuto innamorarmi, e invece no, perché l’amore, quello vero, è strepitoso e bellissimo” continua nel post, per arrivare a fronte dei sogni di una ragazza ventenne, con tutto il futuro davanti e grandi prospettive nella vita, alla dura realtà dei fatti.

” L’ ho lasciato ormai quasi un mese fa, perché non andava più, nel frattempo mi sono avvicinata ad un ragazzo che veramente ha dimostrato di essere uomo! La nostra colpa? Esserci piaciuti da subito pur non decidendo di stare insieme ma semplicemente di viverci e stare bene in quel momento, così lui lo ha saputo e mi ha ridotta in questo stato. Ecco qual’è stata la reazione, quello che ho ricevuto in cambio. Nessuno può immaginare quello che ho passato e che sto passando, il dolore e l’amarezza che vive nel profondo, le ansie e i timori che provo troppo spesso, le sofferenze che inondano la mente e il corpo”.

Leggendo le parole di Aurora, si rimane senza fiato. Aurora al netto di ciò che sta passando, riesce benissimo a descrivere lo stato d’animo del momento, la sofferenza, anche quella fisica, non secondaria rispetto a quella psicologica che sarà ben più lenta a sparire.

Sembra un film visto e rivisto, in mille tg, una notizia letta in mille righe di giornale. Ma non è più lontana oggi, colpisce dentro casa; in quella di Aurora, colpisce dentro casa della nostra comunità.

Passiamo intere giornate a celebrare la nostra vicinanza nella lotta delle donne contro la violenza di genere, partecipiamo a mille manifestazioni e mille giornate ad essa dedicate, poi però, quando accade, dobbiamo far fronte alle nostre reazioni.

Reazione, quella della ragazza, molto decisa. Aurora ha denunciato, anche pubblicamente. Aurora lo ha fatto con la forza che la contraddistingue, lottando a nome suo e a nome di quelle donne che invece non hanno la possibilità, la condizione e il coraggio di farlo. Lo ha fatto proseguendo la sua attività contro la violenza sulle donne, testimoniata anche da video su YouTube come questo.

“Mi sono sempre interessata a così tante donne vittime di violenza da sapere che è molto difficile mettersi nei loro panni ma che è molto importante provare a farlo per capirle… e ora purtroppo mi ritrovo a capirle benissimo perché adesso in quei panni ci sono anche io” afferma nel suo post.

Le sue ultime righe sono un inno alla vita, il motore per andare avanti. Non senza affrontare la responsabilità della realtà, quella che a volte dobbiamo affrontare per forza.

“Posso essere instabile emotivamente in questo momento, ma, accidenti, io sono forte. […] Mi merito l’amore.
Mi merito di volermi bene, di amarmi totalmente e completamente. Ora non mi piaccio, non mi vedo bene vestita di lividi, e non è semplice, ma dentro di me so che non è così perchè sono una donna meravigliosa per il semplice fatto che esisto ancora dopo quanto successo. In seconda battuta mi merito l’amore della gente che conosco, delle persone che mi sono state accanto in passato, che mi saranno accanto ora o che conoscerò nel futuro. Mi merito che qualcuno mi ami come io so di poter amare. Che qualcuno mi ami senza dolore, liberamente, che aumenti la mia autostima e che non alterni la carota con il bastone. Mi merito un abbraccio da parte di una persona per la quale sono veramente importante e che desidera che io sia felice”.

Si, Aurora si merita l’abbraccio della persona amata. Perché in quell’abbraccio ci si dovrebbe sentire al sicuro, ci si dovrebbe sentire importanti, il centro di tutto. Si merita inoltre quello della sua comunità che oggi reagisce e realizza. Queste cose accadono anche a casa nostra, dobbiamo esserne coscienti ed essere sempre vigili.

Related posts

Fermento a Serrone per i tanti cantieri aperti

Matteo Palamidesse

Velletri, 75enne si toglie la vita gettandosi dalla finestra dell’ospedale

Matteo Palamidesse

Genazzano protagonista del progetto “Libri in pedana”: dal 19 al 27 Novembre

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info