Home » Biglietti del treno con carta clonata: due donne in manette a Roma Termini
Territorio

Biglietti del treno con carta clonata: due donne in manette a Roma Termini

Due donne comprano due biglietti per andare a trovare i mariti in carcere a Torino. E al ritorno ci finiscono anche loro.

Roma. Avevano acquistato online i biglietti validi per la tratta Napoli Centrale – Torino Porta Nuova e ritorno del treno “Italo”, utilizzando i codici della carta di credito di un ignaro cittadino romano il quale, ricevuta la notifica dell’avvenuto pagamento, si è immediatamente recato nella caserma dei Carabinieri Roma piazza Venezia per disconoscere la transazione e sporgere querela.

I militari hanno così immediatamente avviato un’attività di osservazione nei pressi della stazione ferroviaria “Termini”, ove era prevista una fermata del treno su cui viaggiavano i possessori del biglietto acquistato fraudolentemente prima di proseguire per Napoli. Presi contatti con il personale del treno, i Carabinieri hanno acciuffato le due “furbette” che occupavano i posti prenotati con la carta di credito clonata.

Si tratta di due sorelle di 39 e 41 anni, entrambe residenti a Napoli, la più grande con precedenti, arrestate con le accuse di ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito: inoltre, avendo acquistato i biglietti fornendo delle generalità risultate false, riferite anche al Capotreno durante la vidimazione dei titoli di viaggio, nei loro confronti è scattata anche l’accusa di false dichiarazioni sulla propria identità.

Le donne hanno dichiarato che stavano rientrando da Torino dove erano state a fare visita ai rispettivi mariti, detenuti nel carcere del capoluogo piemontese per concorso in rapina in banca e sequestro di persona.

I tagliandi di viaggio sono stati sequestrati mentre le due sorelle sono state trattenute in caserma in attesa del rito direttissimo.

Related posts

Palestrina, inaugurazione riqualificazione Viale della Vittoria

Luca Casale

Festival del Giglietto, con la conferenza stampa si inaugura la XIX edizione

Matteo Palamidesse

L’Ospedale di Palestrina riconvertito a centro Covid-19

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info