Home » Viaggio alla riscoperta di Nilde Iotti, tra vita, amore e politica
Primo Piano

Viaggio alla riscoperta di Nilde Iotti, tra vita, amore e politica

Alla presentazione del libro di Chiara Raganelli, organizzata dal Circolo Culturale Simeoni, con Livia Turco tra spunti ed emozioni legate ad una donna simbolo della storia democratica italiana.

E’ stata una bella iniziativa culturale, quella del Circolo Culturale Simeoni di Palestrina per la presentazione del libro “Nilde Iotti di Chiara Raganelli. Organizzata nei minimi dettagli, per evitare ogni rischio da contagio, ha portato a riempire tutte le sedie disposte nella sala conferenze delll’Hotel Stella. Sul tavolo, oltre all’autrice e alla presidente del circolo, Rita Di Biase, l’onorevole Livia Turco, presidente della Fondazione Nilde Iotti, la docente Fiorenza Taricone e l’ex sindaca di Poli, Franca Capone (presente nel 1999 al picchetto d’onore a Villa Luana per la morte della Iotti).

Roberto Papa, per l’occasione nella veste di moderatore dell’incontro, ha sottolineato “Con il libro di Chiara Raganelli abbiamo ricordato Nilde Iotti, una delle 21 Madri Costituenti, a cento anni dalla nascita. Senza nulla togliere alle altre relatrici, l’intervento di Livia Turco ha avuto il pregio di racchiudere tutto un pensiero che, partendo da lontano (la Resistenza, il CLN), si proietta sul futuro per ricostruire una Sinistra Italiana che non dimentichi le sue radici (il socialismo umanitario, il cristianesimo sociale, il socialismo liberale, la via italiana al comunismo). Mattoni di pensiero che ci devono servire per ricostruire la casa comune”.

Uno dopo l’altro, gli ospiti si sono susseguiti ricostruendo la vita, i sentimenti e le emozioni di una delle donne più rappresentativa della storia della Repubblica italiana, con intensi momenti teatrali donati dalla bravura di Letizia Mula e Cristian Masella attraverso lettere d’amore tra Togliatti e Nilde Iotti. Una donna che viene rappresentata al meglio nel libro di Chiara Raganelli, come descrive in modo perfetto il commento entusiasta di una lettrice: “Scorrevole, semplice, delicato. Ne viene fuori il ritratto di una donna all’avanguardia, anticipatrice dei tempi, sempre in testa nelle lotte per i diritti delle donne, in un contesto in cui l’essere la compagna di Togliatti è stato più un marchio che una spinta politica. Davvero interessante, apre le porte a mille approfondimenti. La seconda parte del libro affronta spezzoni di storia zagarolese, con i racconti su Cliseide Delle Fratte, bisnonna di Chiara e donna del popolo, partigiana come la Iotti (con nonno Mimmo Verginelli, figlio di Cliseide, in prima fila a vivere emozioni fortissime).

“Perché una ragazza giovane scrive libri sulla Iotti? – afferma la Raganelli in apertura di intervento – per tre motivi. Il primo la curiosità, che mi ha spinto a fare una tesi su questa donna. Il secondo le sue battaglie, che hanno affrancato generazioni di donne e, pur senza mai dichiararsi femminista, ha saputo intercettare le istanze della società e portarle in Parlamento (divorzio, aborto, parità di genere, diritto di famiglia). Il terzo, infine, quella parte di storia familiare che mi tocca da vicino e mi ha permesso di scoprire la storia del nostro territorio”.

Tra i molti partecipanti, presenti anche i sindaci di Zagarolo, Emanuela Panzironi e di Palestrina, Mario Moretti che si sono complimentati con l’autrice e con i relatori.

Leggi l’articolo di presentazione dell’evento con intervista a Rita Di Biase

Related posts

Allerta dei carabinieri sui bancomat del centro storico di Roma

Redazione Numerozero

Borseggiatrici ai Musei Vaticani, arrestate 3 rom residenti nel campo nomadi della Monachina

Redazione Numerozero

L’editoriale di Massimo Sbardella

admin

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info