Home » Regione Lazio, la nuova giunta: i nomi degli assessori
Politica

Regione Lazio, la nuova giunta: i nomi degli assessori

Regione Lazio, la nuova giunta

Regione Lazio, ufficializzate tutte le deleghe. Cinque uomini e cinque donne per Francesco Rocca. Sei di Fratelli d’Italia, due alla Lega e due a Forza Italia. La sanità rimane al Presidente.

Regione Lazio. La giunta Rocca ormai è realtà, la legislatura è a tutti gli effetti iniziata. A presentarla è stato lo stesso Presidente che ha rimandato per il punto sul bilancio alle prossime due settimane, preannunciando che “la situazione economico-finanziaria non è delle migliori”.

Questo si lega con la complessità e l’importanza della sfida che abbiamo dinanzi nell’interesse dei nostri cittadiniha detto il Presidente Francesco Roccadei territori e dell’attenzione che dobbiamo dare alle aree più degradate e alle fasce più deboli. È una sfida enorme sia per quanto riguarda la situazione debitoria della nostra regione sia le poche risorse“.

Una locomotiva targata Fratelli d’Italia, con Roberta Angelilli come vicepresidente. A lei le deleghe allo sviluppo economico, commercio, artigianato, industria e internazionalizzazione.

A Giancarlo Righini , mister preferenze, il bilancio, le politiche agricole, la caccia e la pesca. A Fabrizio Ghera i trasporti, i rifiuti, demanio e patrimonio. A Massimiliano Maselli le delega delle politiche sociali. Ad Elena Palazzo invece vanno l’ambiente, lo sport ed il turismo. Infine a Manuela Rinaldi i lavori pubblici e le politiche per la ricostruzione.

In quota Lega invece, Pasquale Ciacciarelli con le deleghe all’urbanistica, quella alle politiche abitative e alle politiche del mare e dei porti e Simona Baldassarre con le deleghe alla cultura, alle pari opportunità, alle politiche giovanili e ed alla famiglia.

Per Forza Italia vi sarà Luisa Regimenti con l’assessorato al personale, alla polizia locale, alla sicurezza urbana ed ai rapporti con gli enti locali; Giuseppe Schiboni invece porta a casa le deleghe alla scuola ed al lavoro.

L’importantissima delega alla Sanità, al centro di tutta la campagna elettorale, rimarrà nelle mani del Presidente Rocca.

Terrò per me la delega alla sanità per poter affrontare in maniera diretta questa sfida. Coerentemente non voglio avere giustificazioni e voglio metterci la faccia per poter dire ai cittadini che il presidente si assume le responsabilità e le decisioni. Mi mortifica come cittadino del Lazio vedere la nostra sanità così in difficoltàha detto il presidente durante la presentazione.

Pantoni: “La sfiducia non è un atto contro il sindaco ma contro i cittadini”

Related posts

Simone Cristicchi racconta le foibe in un’intervista esclusiva

Redazione Numerozero

Special Olympics: essere atleta-partner è un’emozione, è un privilegio

Redazione Numerozero

Terremoto, violenta scossa all’alba: il numero delle vittime a 268, domani funerali di stato

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info