Home » Palestrina, Zagarolo e San Cesareo diventano “Comuni gentili”
Primo Piano

Palestrina, Zagarolo e San Cesareo diventano “Comuni gentili”

Due giorni con Daniel Lumera per divulgare il valore della gentilezza e trasformarlo in progetti concreti ad alto impatto sociale.

Martedì 14 e mercoledì 15 settembre, tra Palestrina, San Cesareo e Zagarolo, si terranno tre eventi con Daniel Lumera, autore, docente e riferimento internazionale nelle scienze del benessere. Per l’occasione i tre comuni entreranno a far parte dell’iniziativa “Italia Gentile”, un movimento promosso dall’Associazione di volontariato My Life Design Onlus al fine di divulgare il valore della gentilezza e trasformarlo in progetti concreti ad alto impatto sociale.

Si inizia il 14 settembre, alle 17.30 presso la biblioteca Fantoniana di Palestrina, con un interessante dialogo sull’educazione dei più piccoli che, oltre a Lumera, vedrà presente Paolo Mai, fondatore dell’Asilo nel Bosco. Il 15 settembre, invece, toccherà a San Cesareo e Zagarolo essere proclamati comuni gentili, alle 16.30 nella piazza del Municipio, a San Cesareo, alle 18.30 a Palazzo Rospigliosi a Zagarolo, dove si svolgerà un dialogo con l’onorevole Lorenzo Fioramonti, già Ministro dell’Istruzione, autore ed economista.

In occasione di questi eventi, l’Istituto Comprensivo Giovanni Pierluigi di Palestrina sottoscriverà ufficialmente il Manifesto di Scuola Gentile, impegnandosi ad adottarne e promuoverne fattivamente i valori.

Nella cornice della gentilezza, intesa come un vero e proprio modo di essere verso se stessi, il prossimo, una situazione, l’ambiente, i ragazzi esploreranno la consapevolezza, l’ottimismo, la gratitudine, la felicità, il perdono, l’interconnessione e il rispetto.

Già a maggio genitori e insegnanti sono stati coinvolti nei Dialoghi nella gentilezza, primo passo verso un progetto che darà benefici a tutti gli studenti e le studentesse.

LA BIOLOGIA DELLA GENTILEZZA

Daniel Lumera, autore del volume “ Biologia della gentilezza”, scritto per Mondadori insieme ad Immaculata De Vivo, sostiene che “vive meglio e più a lungo chi evita i conflitti, è premuroso con gli altri, aiuta e condivide” “Non si tratta di una questione morale, sociale, etica o religiosa – sottolinea Lumera- La scienza oggi dimostra che esiste un corrispettivo biologico alla gentilezza e all’empatia. Una teoria, questa, che ribalta l’errata interpretazione del pensiero di Darwin. Si evolve il più adatto, ma non nei termini di forza fisica. È finita l’era dell’ego competitivo. Abbiamo bisogno di una rivoluzione delle coscienze. Una rivoluzione gentile, di carattere femminile, che riguarda anche gli uomini”.

LA GENTILEZZA PREVIENE LE MALATTIE

“Le cardiopatie, il diabete, il cancro, i dolori cronici – sostengono Lumera e De Vivo –  in genere originano da una combinazione tra geni e ambiente. In tutto il mondo, non solo in Italia, si sta perdendo la gentilezza. Lo stress psicosociale, dovuto a traumi di vario genere, dalla mancanza di lavoro agli abusi, ha un effetto sul nostro Dna che si misura con i telomeri e, a lungo andare, conduce a patologie gravi secondo un processo biologico che ci è sempre più chiaro. La rabbia, la sofferenza si controbilanciano con la consapevolezza dei meccanismi e una gentilezza autentica. Innanzitutto verso se stessi, poi nel prendersi cura degli altri. La pandemia ha fatto da specchio: ci ha mostrato quello che non avevamo tempo di vedere. Molti hanno aiutato i vicini anche solo facendo la spesa per loro. Questo è il momento per cambiare”.

I RAZZISTI SI AMMALANO DI PIU

“Non lo dico io, lo dicono le più recenti ricerche scientifiche. Si è visto che i cromosomi di chi odia, è egoista, è aggressivo sono più vecchi, deteriorati. Ecco perché è il caso di cambiare prima di tutto al proprio interno con piccoli passi, con piccoli battiti d’ala che ci faranno diventare bellissime farfalle”.

Related posts

Incidente sul Gra, altezza svincolo di via Prenestina: morto 22 enne e quattro persone ferite

Redazione Numerozero

Palestrina, lesioni alla “G. Mameli”: chiusura in via precauzionale – L’ordinanza del Sindaco

Matteo Palamidesse

“Concorsopoli Lazio”: si dimette il presidente del Consiglio Mauro Buschini. E’ l’ora della verità?

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info