Home » Calci e pugni senza motivo, Palestrina violenta
Cronaca

Calci e pugni senza motivo, Palestrina violenta

Vittima un ragazzo di 29 anni, Giorgio Forassiepi, aggredito senza alcuna motivazione in pieno centro storico da tre persone. Non è un caso isolato, un mese fa un’altra aggressione in un locale.

Il centro storico di Palestrina è ormai divenuto attrazione per molti giovani, provenienti anche dai paesi limitrofi. Nei weekend si riempie di carovane di ragazzi che fanno la spola tra i punti di ritrovo e i locali del centro.

Un’aggressione totalmente gratuita e violentissima ai danni di un ragazzo, Giorgio appunto, in un fine serata di inizio estate.

E’ la stessa madre a dirci che Giorgio era in compagnia di una coppia di amici, in un locale all’inizio di Via Anicia.

“Stava insieme ad un amico ed alla sua fidanzata, non stava facendo altro. Conversavano, chiacchieravano come si fa tra amici. Ad un certo punto uno degli aggressori, 33-35 anni circa, lo ha provocato violentemente, fino a quando non gli ha sferrato i primi pugni. Giorgio porta le lenti a contatto e le ha perse subito, era praticamente cieco”.

Al primo aggressore, nel parapiglia degli intervenuti, si sono aggiunte altre due persone, un italiano ed un albanese, che hanno sferrato altri calci e pugni, dopo i quali Giorgio, che grazie all’amico tentava di dileguarsi, si è ritrovato a terra preso per il collo, in un tentativo di soffocamento. La cosa che più mi fa male è che nessuno sia intervenuto, nessuno si sia fatto avanti per cacciare gli aggressori. Perché nessuno parla?”

“Lo hanno preso a pugni senza motivo, senza un perché. Giorgio è un karateka, ma un pò per disciplina un pò perché preso a pugni all’improvviso (senza le lenti Giorgio ha una vista davvero ridotta) non è stato in grado di reagire. E aggiungo che forse è stata una fortuna -afferma la madre, la signora Maria Celeste – perché non so come sarebbe andata a finire altrimenti!”.

Giorgio per fortuna non ha fratture, ma una faccia gonfia come un pallone. Sa bene chi lo ha aggredito e lo ha detto anche ai Carabinieri durante la deposizione per l’aggressione. Sembrerebbe che uno degli aggressori si sarebbe reso protagonista di un’altra aggressione proprio in uno dei locali del centro, solo alcuni mesi fa.

Una prognosi di 10 giorni, la rabbia, l’offesa, tutto concorre allo stato d’animo di Giorgio e della sua famiglia.

“Sono grata ai carabinieri ed al Sindaco, che mi hanno ascoltato e aiutato. Il Sindaco lo incontreremo domani – ci dice Maria Celeste – mi ha detto che queste cose non accadranno più”.

“Non devono accadere più”, sembra un mantra nelle parole della famiglia. “Poteva succedere a chiunque e questa volta è accaduto a Giorgio purtroppo. Ma non permetteremo che accada ancora, saremo in prima linea.”

Palestrina ed il suo centro oggi sono un’attrazione e questo porta tanti ragazzi a frequentare i locali della città. Avere un gran numero di persone purtroppo significa innalzare anche il numero degli episodi di violenza, dei litigi.

Ma la violenza cieca, senza motivazione e priva di qualsiasi interesse non la si può permettere. Se i primi sono conseguenza di abusi o alterchi per motivi personali e quindi vanno prevenuti, la seconda è una scintilla da spegnere a monte e lo si fa solo attraverso una presa di coscienza, quella che Maria Celeste pretende dopo l’episodio che ha coinvolto il figlio.

Occorre dire basta, occorrono pene esemplari, una presenza dei tutori dell’ordine anche di sera, occorre che l’amministrazione ed i commercianti del centro siano in prima linea nel in questa battaglia, occorre che tutta la cittadinanza senta Giorgio come un proprio figlio, perché come ci dice Maria Celeste, “oggi è Giorgio e domani a chi toccherà?”.

Related posts

Rissa in un bar di San Cesareo con bastoni e coltelli: quattro arresti

Matteo Palamidesse

Colleferro e Valmontone colpite dai disservizi idrici Acea

Matteo Palamidesse

Comune di Roma: tangenti per appalti campi rom. 4 arresti e perquisizioni

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info