Home » Niente vaccini per la Protezione Civile. Volontari ritirati dal drive-in di Valmontone. La NOTA di FABRIZIO CURCIO di pochi minuti fa: “D’Amato ha assicurato l’inizio delle somministrazioni ai volontari già dalle prossime ore”
Cronaca

Niente vaccini per la Protezione Civile. Volontari ritirati dal drive-in di Valmontone. La NOTA di FABRIZIO CURCIO di pochi minuti fa: “D’Amato ha assicurato l’inizio delle somministrazioni ai volontari già dalle prossime ore”

di Matteo Palamidesse
Come stabilito, il 24 Aprile i volontari alle ore 08.00 erano sul posto, pronti per quella prima giornata di vaccinazioni presso il drive-in di Valmontone. In una nota della struttura commissariale era prevista (ragionevolmente) la vaccinazione per tutti i volontari di protezione civile impegnati negli ospedali, nei drive-in e negli hub della regione. Svolto il proprio lavoro però, i volontari si sono visti rimandare a casa senza vaccino.

Scoppia la rabbia sul web, arriva la lettera ufficiale del Comitato Tecnico Consultivo dei Volontari di protezione civile della Regione Lazio: “Via i nostri volontari dal drive-in di Valmontone”.

In effetti le lamentele erano piuttosto fondate. Nell’ordinanza del Commissario Figliuolo, veniva disposta la vaccinazione per tutti i volontari di Protezione Civile dispiegati presso i centri vaccinali. Un lavoro prezioso il loro, anche e soprattutto un lavoro mai interrotto, sin dall’inizio della pandemia.

Ai volontari era stata assicurata infatti, la vaccinazione a fine turno. Una scelta piuttosto logica. Non si interrompe il servizio ma si assicura il vaccino a chi opera negli hub e negli ospedali, a rischio della propria salute e a quella dei propri familiari.

Dopo ore, a fine turno, i volontari però si sarebbero visti negare il vaccino, per decisione dell’assessorato alla sanità della Regione Lazio. Qualcuno, presente, riporterebbe di un rifiuto netto da parte dell’Assessorato. I motivi? Per ora rimangono ignoti, visto che a disporre le vaccinazioni è stato lo stesso Commissario Figliuolo.

Monta la protesta dei volontari, che nelle giornata di ieri fanno arrivare la loro voce al Comitato Tecnico Consultivo che scrive al Dott. Tulumello, Direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile.
La lettera con la quale il Comitato Tecnico Consultivo dei Volontari di protezione Civile annuncia il ritiro dal Drive-in di Valmontone dopo essersi visti negare il vaccino.

Dalla Protezione Civile fanno sapere di non capire tale diniego che indispettisce molti volontari che cominciamo a far sentire la propria voce, sia sui social che presso gli organi di stampa.

La soluzione? Forse arriva proprio in questi minuti.

Mentre scrivo questo articolo infatti arriva la comunicazione che scioglie i nodi del caso, da parte del Capo del Dipartimento di protezione Civile FABRIZIO CURCIO che sul portale della Protezione Civile riporta: “Anche la regione Lazio procederà alla vaccinazione dei volontari di protezione civile in servizio presso i centri vaccinali, così come già disposto dall’ordinanza del Commissario Figliuolo che prevede la vaccinazione anche per le categorie che operano in presenza presso tutte le strutture sanitarie e socio-sanitarie. Sono costantemente in contatto con l’Assessore alla Salute Alessio D’Amato che ha assicurato l’inizio delle somministrazioni già dalle prossime ore.” Così il Capo Dipartimento Fabrizio Curcio in seguito alla segnalazione dei volontariati impiegati nel centro vaccinale di Valmontone.
La nota del Capo Dipartimento Fabrizio Curcio sul caso di Valmontone.

Una nota schizofrenica in questa campagna di vaccinazione che ancora una volta porta alla luce la mancanza di comunicazione tra le parti, una mancanza di sinergia che a volte produce disastri come questi. E a rimetterci sono tutti, i volontari, la regione, i cittadini. Lo sappiamo, la sanità laziale stia vivendo uno dei momenti di maggior pressione della storia; ora occorre mettere insieme, non di certo mettere paletti, riconoscendo il lavoro e i diritti di tutti, volontari in primis.

Related posts

Bellegra, il sindaco Flavio Cera presenta la nuova giunta

Matteo Palamidesse

Pari opportunità nello sport: Mattia deposita la legge in Regione Lazio

Redazione Numerozero

La Dea Fortuna dona a Ferzan Ozpetek la cittadinanza onoraria

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info