Home » Lazio in zona arancione da martedì 30 Marzo. L’annuncio dell’assessore D’Amato
Cronaca

Lazio in zona arancione da martedì 30 Marzo. L’annuncio dell’assessore D’Amato

ALESSIO D'AMATO ASSESSORE SANITA REGIONE LAZIO

I dati che indicano un RT sotto a 1 rendono il cambio effettivo da martedì 30 fino al 2 Aprile, dal 3 si tornerà, come il resto d’Italia alle misure più stringenti di contenimento, in vista delle festività di Pasqua. Riapriranno le scuole.

“Ci saranno regioni che potranno passare dalla zona arancione a quella rossa e altre che dalla zona rossa passeranno a quella arancione, quest’ultimo caso è quello del Lazio che ha avuto dei dati negli ultimi gironi in miglioramento. Quindi, nelle prossime ore il Lazio non sarà più zona rossa, ma arancione. Questo avverrà a scadenza naturale dell’ordinanza vigente che scade alla mezzanotte tra lunedì e martedì e quindi da martedì il Lazio sarà zona arancione” a dichiararlo è stato il Ministro della Salute Speranza.

L’indice della regione infatti si è stabilizzato su un RT di 0,99, “tecnicamente quindi ci sono i presupposti per il cambio di colore” ha dichiarato l’Assessore D’Amato durante i lavori della commissione sanità della Regione Lazio, che ha aggiunto: “Abbiamo anche una lieve diminuzione nell’ultima settimana del numero dei focolai attivi- ha aggiunto D’Amato- mentre permane una situazione superiore alla media per il tasso di occupazione di area medica, siamo al 42 per cento, e per quella di terapia intensiva, siamo al 37 per cento. A mio avviso, però, entrambi gli indicatori non rappresentano una situazione di grave criticità”.

Da martedì quindi, riapriranno le scuole (asili, elementari e medie) per gli studenti della regione, così come indicato dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Mentre occorrerà attendere il 6 Marzo per il ritorno nelle classi degli studenti delle scuole superiori.

“Dopo Pasqua potranno riaprire le superiori, garantendo agli studenti di fare il tampone rapido gratuito e senza certificato medico in tutti i drive in della regione per tutto il mese di Aprile”.

Per il 3,4 e 5 Aprile, ovvero per le festività legate alla Pasqua, si tornerà in zona rossa, con le attuali norme a regolamentare la circolazione (spostamenti consentiti solo per motivi di salute, necessità o lavoro), anche se verrà consentito di fare visita ad amici o parenti, nella stessa regione, a un massimo di due persone, tra le 5 del mattino e le 22.00 (con minori under 14 a carico).

Per bar e ristoranti restano le aperture dalle 5 alle 18.00, consegne a domicilio, asporto ma divieto di consumazione sul posto. Il resto delle chiusure come da normativa vigente.

Related posts

Finanziati 14 GAL nel Lazio: 70 milioni di euro per i territori

Matteo Palamidesse

Didattica a distanza o didattica d’emergenza? L’importanza di ripensare il ritorno a scuola

Matteo Palamidesse

Regione Lazio e Coronavirus, D’Amato: ” Si utilizzino le mascherine o si dovrà richiudere”

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info