Intervista al Presidente Giancarlo Miceli. La società, rifondata nel 2020, prosegue nel cammino di crescita e guarda al futuro.

Alla vigilia della sfida di Coppa Lazio (Zagarolo – Spes Poli), in programma mercoledì 21 febbraio alle ore 19.00 allo stadio Mastrangeli di Zagarolo, abbiamo incontrato il Presidente dell’Atletico Zagarolo 2020, Giancarlo Miceli, per fare il punto della situazione.

A tre anni e mezzo dalla rifondazione della società di calcio di Zagarolo è tempo di fare bilanci. E’ soddisfatto del percorso fatto fino ad oggi?

“Sicuramente sì. Quando siamo ripartiti, nel 2020, l’Atletico Zagarolo 2020 aveva soltanto 68 ragazzini di scuola calcio, senza settore agonistico e prima squadra. Oggi, grazie all’ottimo lavoro svolto in questi anni insieme a tutti i dirigenti e ai tecnici, questa società conta più di 200 iscritti di scuola calcio, con ben 15 squadre nelle diverse categorie (alcuni gruppi sono doppi), ed ha un settore agonistico con tre formazioni (under 14, under 15 e under 16) che ci stanno dando grandi soddisfazioni. A partire dalla under 15 che, completamente rifondata, ha avuto una fase di rodaggio ed ora sta ottenendo sul campo dei bei risultati. Ottima, fin qui, è stata la stagione dell’under 16 che ha sfiorato il secondo posto e si appresta a giocare la Coppa Frosinone con grandi ambizioni. La Under 14, infine, è in lizza per il secondo posto, nel proprio girone, e ci dà una ulteriore speranza di portare, per la prossima stagione, almeno un gruppo nei “regionali”.

Cosa ci dice del percorso della prima squadra?

Anche qui, è giusto ricordare che siamo partiti dalla terza categoria e, quest’anno, stiamo disputando un ottimo campionato di seconda. Nonostante una partenza lenta, ed un periodo altalenante, oggi i ragazzi viaggiano nelle zone alte della classifica mostrando, ogni domenica, di potersela giocare alla pari con chiunque. Come nell’ultimo turno quando, sul difficile campo dell’Atletico San Lorenzo, abbiamo conquistato un punto al termine di una partita che, per quanto si è visto, avremmo potuto vincere. Il nostro obiettivo era, e resta, il passaggio in prima categoria entro il 2025 e tutto procede secondo i piani. Non è escluso che, chiudendo questa stagione tra le prime, si possa accedere subito al ripescaggio.

Nel girone G della seconda categoria ci sono squadre esperte e forti…

Lo constatiamo ogni domenica ma questo non ci spaventa. I nostri ragazzi puntano sulla tecnica e sulla correttezza e, spesso, si trovano a fare i conti con squadre più dure e determinate ma per noi è un vanto mantenere un atteggiamento che sia in linea con la nostra affiliazione al Totti Soccer School.

Quindi per il 2024/2025 le idee del presidente e della società sono chiare?

Assolutamente sì e seguono tre indicazioni: mettere la prima squadra in condizione di ambire alla Prima categoria; avere almeno una compagine agonistica nei regionali e, per la scuola calcio, crescere ulteriormente la qualità degli allenatori. Coi piccoli già oggi abbiamo alcuni con tesserino Uefa B, che permetterebbe loro di allenare qualsiasi squadra fino alla serie D, che si dedicano alla crescita dei nostri giovani atleti.

Nei giorni scorsi si è sentita qualche voce sul futuro dell’Atletico Zagarolo.

Le uniche voci che ci riguardano sono quelle che ci vedono fieri del percorso fatto finora e motivati ad andare avanti. Ribadisco che, partendo da zero in piena era covid, ci eravamo fissati degli obiettivi a cinque anni (Prima categoria ed una formazione nei regionali) che potrebbero arrivare già al quarto. Questo ci dà forza e ci spinge a continuare su questa strada. Quindi né io, come presidente, né chi mi è accanto hanno intenzione di mollare di un passo. Anzi, ho già contattato la sindaca Emanuela Panzironi per ridefinire l’accordo stipulato con il Comune per raddoppiare la durata della convenzione sull’impianto. Chiunque metta in giro voci non corrispondenti al vero lo fa con l’intento di denigrare il nostro lavoro che, mi piace sottolinearlo, ha portato l’Atletico Zagarolo ad essere una delle società sul territorio con il maggior numero di tesserati. E questo, forse, spiega perché qualcuno cerca di insinuare dubbi nei genitori.

Quindi l’Atletico Zagarolo 2020 va avanti con presidente Giancarlo Miceli?

Assolutamente sì. Per togliere ogni dubbio posso ribadire che, quando siamo ripartiti, l’ambizione di questo gruppo era di tornare in Serie D e, visto come vanno le cose, lavoreremo fin quando non ci saremo riusciti.

 

 

Lascia un commento

Rispondi