Home » La Caritas e l’emergenza per l’Ucraina. INFO & CONTATTI
Cronaca

La Caritas e l’emergenza per l’Ucraina. INFO & CONTATTI

Il Vescovo di Tivoli e di Palestrina chiede ad ogni comunità parrocchiale, religiosa, e ad ogni uomo e donna di buona volontà di accogliere l’invito a sostenere la raccolta fondi avviata da Caritas Italiana.

“In questa fase particolarmente emergenziale è bene non disperdere le azioni ma seguire le indicazioni che la Caritas nazionale fornisce in base all’evolversi della situazione.

Caritas Italiana essendo in costante collegamento con Caritas Ucraina invita a non proporre raccolte di indumenti, medicinali, alimenti di vario genere con l’intento di inviarli nei luoghi teatro del conflitto, stante l’alto rischio e soprattutto l’assoluta incertezza della destinazione finale.

Inoltre, a fianco e a supporto delle Caritas dei Paesi confinanti (Polonia, Moldavia e Romania) chiede di adoperarsi per fare una ricognizione certa delle possibili accoglienze sia attraverso la rete ecclesiale che di eventuali disponibilità di privati. In quest’ultimo caso verrà opportunamente valutata la possibilità di un accompagnamento da parte della Caritas diocesana. Non dobbiamo poi dimenticare che siamo ancora in fase di emergenza sanitaria per cui le Caritas di Tivoli e di Palestrina attiveranno un canale con le ASL locali ai fini di un’eventuale vaccinazione qualora necessario.

Per evidenti motivazioni giuridico/legali, è sconsigliabile proporre ospitalità in famiglie di origine ucraina domiciliate nel nostro territorio che non siano in regola con il permesso di soggiorno. Qualora giungano richieste di accoglienza da parte delle Istituzioni è bene non assumere alcuna iniziativa autonoma e informare la Curia diocesana nelle persone dei rispettivi Direttori Caritas (Sig. Virgilio Fantini, Direttore Caritas Tivoli, tel. 345/1470164, [email protected]; Sig. Fabio Leggeri, Direttore Caritas Palestrina, tel. 392/0052944, [email protected]).

Alla luce di quanto sopra, il Vescovo Mons. Mauro Parmeggiani invita tutti gli uomini e donne di buona volontà delle Comunità parrocchiali, rettorie, cappellanie e di istituti religiosi ad elevare a Dio suppliche e preghiere per affermare la pace e a partecipare con generosità alla raccolta fondi a sostegno della popolazione Ucraina che indice a partire da oggi stesso ed in particolare da domenica 6 marzo p.v. anche se le raccolte di offerte potranno proseguire fino a quando l’emergenza Ucraina non cesserà.

Si fa inoltre presente che il prossimo 20 marzo 2022 – terza domenica di Quaresima, in tutte le chiese, rettorie, santuari della Diocesi di Tivoli e di Palestrina rimane in programma la Giornata della Carità diocesana anche se quest’anno le offerte raccolte non saranno devolute ad opere-segno della Diocesi di Tivoli e di Palestrina ma, recapitate il prima possibile all’Economato diocesano di Tivoli o di Palestrina, saranno devolute per l’emergenza Ucraina.

La Diocesi di Tivoli e di Palestrina metterà a disposizione dei profughi che giungeranno in Italia alcune strutture diocesane provvedendo a sostenere i costi di ospitalità di quanti saranno in esse accolti. Si chiede inoltre a Parrocchie, enti religiosi, ecc. di segnalare le loro eventuali disponibilità all’accoglienza. Ogni caso sarà trattato, come già esplicitato, con la Caritas Diocesana.

Le offerte con CAUSALE EMERGENZA UCRAINA potranno essere devolute o direttamente agli Uffici Economato della Diocesi di Tivoli e di Palestrina oppure tramite bonifico bancario”.

Diocesi di Tivoli

Banca Centro Lazio Credito Cooperativo

IBAN: IT49N0871639450000007071823

Diocesi di Palestrina

Banca Centro Lazio Credito Cooperativo

IBAN: IT16V0871639320000001051525

Per info: Visita il sito della Diocesi di Tivoli e Palestrina CLICCA QUI

Related posts

Ospedale di Palestrina, comunicato dei sindaci del territorio: “Seminare allarmismi è un grave errore”. Appello alla sobrietà e al rispetto.

Matteo Palamidesse

Basket playoff: Palestrina espugna Bisceglie in gara 1

Redazione Numerozero

ALLERTA METEO: temporali intensi e vento forte sul Lazio

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info