Home » IPIA “Valle Epiconia” di Zagarolo. Come cambiare la società attraverso la poesia. I° Concorso interno
Eventi

IPIA “Valle Epiconia” di Zagarolo. Come cambiare la società attraverso la poesia. I° Concorso interno

Ieri, presso l’IPIA “Valle Epiconia” di Zagarolo, è avvenuta la premiazione dei ragazzi che hanno partecipato al primo concorso interno di poesia. La classe coinvolta è stata la IV sez. A, coordinata dal prof. Maurizio Spezzano, docente di materie letterarie. Gli elaborati, tutti di buona qualità, sono stati vagliati da una commissione presieduta dalla prof.ssa Franca Taraborrelli, responsabile del Dipartimento delle discipline umanistiche dell’IIS “Borsellino – Falcone” di Zagarolo. Ai lavori di premiazione erano presenti la Dirigente Scolastica, prof.ssa Manuela Cenciarini, la sindaca di Zagarolo, Emanuela Panzironi e i docenti in presenza dell’IPIA “Valle Epiconia”.
La cerimonia si è tenuta nel rispetto delle norme anti covid e il distanziamento previsto.

Cerimonia emozionante, lo si avvertiva maggiormente nei ragazzi, che hanno mantenuto un comportamento encomiabile per tutta la durata della premiazione. Il primo posto è stato aggiudicato da Moreno Mari, che nel rispetto della traccia assegnata, cioè l’elaborazione del proprio autoritratto, ha saputo riflettere in versi il proprio stato d’animo, la propria personalità.

Non di meno gli altri elaborati, tutti meritevoli di encomio, per qualità e originalità, così come ha dichiarato la prof.ssa Taraborelli, la cui scelta del vincitore non è stata per niente facile. Poesie ricche di umanità che hanno lasciato libero sfoggio della creatività dei ragazzi.

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Manuela Cenciarini, ci ha tenuto a ringraziare tutti i ragazzi, che denotano ottime qualità umane e scolastiche, e i docenti, professionisti seri che prendono per mano i ragazzi e li fanno crescere sani nei valori e nella professione.

L’IPIA di Zagarolo è il fiore all’occhiello di tutto il territorio, una scuola piccola ma dalle grandissime potenzialità, una scuola che cresce sempre di più.

E’ dell’istituzione scolastica l’incombenza di forgiare i buoni cittadini, nelle parole della sindaca di Zagarolo, Emanuela Panzironi, che ha ribadito l’impegno che gli Enti locali hanno nei confronti delle nuove generazioni e della scuola in genere, centrale per la crescita di ogni comunità.
E’ stata una bella iniziativa che mette in luce la forza che la scuola ha, la capacità di emozionare, creare ed esaltare le qualità dei ragazzi.

La scuola è centrale, è il grimaldello per cambiare la società che ha sempre più bisogno di esempi positivi, di essere incentivata anche con risorse economiche importanti per permettere a tutti di averne benefici.

Ancora di più gli istituti professionali, che non formano solo ottimi tecnici, ma mostrano capacità di aggregazione e creatività che non sempre sono date per certe.

Lavorare per potenziare la determinazione dei ragazzi farà sì che la società ne tragga alimento per essere più giusta ed uguale, per essere inclusiva e partecipata. Anche un piccolo progetto interno come questo, che esalta lo spirito e la bellezza eternatrice della poesia, ha il suo risvolto positivo: l’aumento della gentilezza e della sensibilità.

Related posts

Cave, Fabrizio Antonini sarà il nuovo ct dell’U.S. Cavese

Luca Casale

Donna cade raccogliendo le olive: trasportata in elicottero a Roma

Redazione Numerozero

Attorno alle buone prassi: una tavola rotonda tra realtà virtuose dell’inclusione

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info