Home » Il caro prezzo che sta pagando il territorio: la seconda morte che ha colpito Carchitti, la scomparsa di Suor Paola
Cronaca

Il caro prezzo che sta pagando il territorio: la seconda morte che ha colpito Carchitti, la scomparsa di Suor Paola

La notizia della seconda morte nel comune, ancora una persona anziana, ancora una volta di Carchitti. La scomparsa di Suor Paola, a lungo direttrice dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Palestrina. Nata a Zagarolo era stata trasferita nel 2013 a Brescia. Un decesso anche a San Cesareo.

Arrivano alla spicciolata notizie sempre più certe. Un secondo uomo, di Carchitti, è morto a causa del Covid-19 presso l’Ospedale di Palestrina. L’età non importa in questa conta giornaliera dei decessi a causa del virus.

A poche giorni dalla morte di Ascenzio, Carchitti perde anche Guido, già Presidente del Centro Anziani della frazione, molto conosciuto e benvoluto dalla popolazione.

Guido Galdino

Palestrina registra la seconda morte per corona virus. Oggi pomeriggio si è spento nel nostro ospedale il concittadino Guido Galdino. Impegnato per la comunità è stato Presidente del centro anziani di Carchitti. Ai suoi famigliari giungano le condoglianze del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale. Queste le parole che l’Amministrazione Comunale di Palestrina ha affidato all’account ufficiale del Comune.

Numerose le attestazioni di affetto arrivate alla famiglia ed ai concittadini, così come numerosi sono i ricordi delle attività portate avanti dall’uomo.

Lutto anche a San Cesareo, dove un ottantenne ricoverato presso il Policlinico di Tor Vergata per gravi problemi respiratori e positivo al Covid-19 è deceduto.

Grande commozione ha suscitato la morte di Suor Paola. Nata a Zagarolo, delle Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth, a lungo direttrice dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro presso la Diocesi di Palestrina, segretaria diocesana dell’USMI. Numerosi i messaggi affidati al web dai collaboratori, dagli amici, da tutti coloro che Suor Paola ha incrociato lungo il cammino. Trasferita nel 2013 a Brescia, è una delle vittime di Covid-19 del nord Italia.

Suor Paola

Al web, il Vescovo della Diocesi di Palestrina, S.E. Mons. Mauro Parmeggiani ha affidato il messaggio di commiato.

Il 5 aprile 2020, domenica delle palme, è tornata alla Casa del Padre suor Paola Staglianò, delle Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth, nata a Zagarolo il 15 luglio 1945, a lungo direttrice dell’ufficio di pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Palestrina e segretaria diocesana dell’Usmi.
Il Vescovo Parmeggiani, i direttori degli uffici pastorali, il clero, i religiosi, le religiose e tutto il popolo di Dio della Diocesi prenestina che ha conosciuto e stimato suor Paola presentano alla Congregazione delle Suore Operaie e alla sua famiglia di origine le più sentite condoglianze cristiane e rassicurano l’unione nella preghiera per l’anima dell’amata suor Paola.

Messaggio al quale si associa quello del Comune di Zagarolo per la propria concittadina.

Il Covid-19 ci ha strappato dall’abbraccio e dal sorriso caloroso di Suor Paola. Lasci a Zagarolo tanti familiari e amici che ti vogliono bene e ti ricordano per la splendida persona che tutti noi abbiamo conosciuto, per il bene che hai infuso nell’intera Comunità di Zagarolo. Ci mancherai, Suor Paola.Mancherai a tutti, bambini, giovani, anziani: a tutti loro hai insegnato cosa significa l’altruismo e la generosità. Che la terra ti sia lieve.

Sembra una conta di nomi, un resoconto di date di nascita, come fosse un bollettino di guerra. Ma non volendo cadere nel tranello della comunicazione asettica, portata avanti ad uso e consumo dei social, dovremo tutti, professionisti dell’informazione compresa, associare a questi nomi delle vite, dei trascorsi, dei ricordi. Non numeri, non dati, ma esseri umani, amici, parenti, mogli, mariti, figli.

Related posts

Pro Loco Carchitti, il ricavato della cena solidale per le popolazioni colpite dal sisma

Matteo Palamidesse

Al Comune di Poli corso Anci sulla privacy

Redazione Numerozero

Castelgandolfo, è allarme: bombe nel lago

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info