Home » Il Basket Palestrina ricomincia dalla serie C Gold
Palestrina

Il Basket Palestrina ricomincia dalla serie C Gold

La società annuncia l’autoretrocessione come soluzione per ripartire e superare le conseguenze del Covid senza rinunciare al titolo.

di Massimiliano Rosicarelli

Palestrina. La Presidentessa della Pallacanestro Palestrina, Fabiola Cilia, ha ufficializzato in videoconferenza su youtube una notizia che era nell’aria da tempo. La compagine arancioverde rinuncia alla serie B e disputerà il prossimo campionato di serie C Gold. Praticamente, dalla possibilità di accedere in A2 (al momento della sospensione la squadra era prima in serie B) ci si ritrova – causa Covid 19 – ad autoretrocedere in C. Una scelta difficile, ma coraggiosa, dettata dalla testa per salvare la dignità, evitando di fare passi folli che, come avvenuto in passato in altre piazze, avrebbero potuto portare i prenestini a guardare il basket dal televisore. Palestrina ha dato dimostrazione di essere un passo avanti a tutti e lo ha fatto mettendoci la faccia, senza nascondersi in un momento in cui le difficoltà di sopravvivenza sociale impongono di guardare altrove, non nello sport. Non per questo, però, si dice addio al basket, anzi, lo si rafforza con un concetto chiaro: “Noi ci siamo stati, ci siamo ancora e sempre ci saremo”. 

Il magone comunque c’è, perché si è smantellata una creatura sportiva che era al primo posto in B, con in tasca il pass per le finali di Coppa Italia, salvo poi essere costretta a fermarsi, in un contesto di un movimento cestistico che non premia al salto di categoria chi arriva primo in ogni girone, un paradosso. Negli annali, per l’anno 2019/2020, resterà la dicitura ufficiale: “Pallacanestro Palestrina prima classificata in B, in finale di Coppa Italia”. Ecco, poi, l’auto retrocesione in C Gold con l’addio a coach Ciccio Ponticiello e a tutto il roster che ha fatto sognare un’intera città. Si sa, le cose belle durano poco ma i ricordi di un anno incredibile, che stava per diventare magnifico, ne siamo convinti, sarà un biglietto da visita per chi in C Gold dovrà vestire la canotta arancivoerde con una responsabilità enorme, onorare e difendere il codice 00222, vanto assoluto nel basket di un’intera comunità, Palestrina.

Ha prevalso, in sostanza, la logica di un CDA arancioverede capitanato dalla famiglia Cilia (Patron Giuseppe e presidente Fabiola) che ha voluto dare dimostrazione di come si gestisce un Club sportivo, senza avventurarsi in una Serie B, con lo spauracchio di non potercela fare, nel rispetto di quelle famiglie, quei padri di famiglia, quei ragazzi e ragazze che lavorano nell’ambito turistico e dei trasporti oggi particolarmente colpiti dalla crisi. 

coach Francesco Ponticiello

La vittoria più bella è quella di esserci sempre, dando la possibilità di non scomparire mai, perché Palestrina e chi la dirige sa bene che è preferibile fare oggi un passo indietro per farne in futuro due in avanti, con stabilità e concretezza, aggregazione e rispetto nelle persone. Concetti che, ci auguriamo, dovrebbero essere presi d’esempio anche da chi dovrà governare un movimento cestistico a cui si chiede di voltare pagina, negli uomini, nelle decisioni, nel saper ascoltare tutti perché il basket italiano sia una macchina da far camminare tutti insieme, senza personalismi e altro.

Un ultimo grazie, da tutti i tifosi e gli sportivi, va al Coach Francesco Ponticiello per come ha saputo calarsi nello stile Palestrina, e a tutto il parco giocatori che, anche se in questi giorni si sta accasando altrove, porterà per sempre nel cuore un pò di Palestrina.

L’ORGANIGRAMMA PER RIPARTIRE

Il primo punto nei programmi di ripartenza per la nuova stagione è stato completare l’organigramma societario per pianificare e gestire la stagione 2020/2021. Un quadro ricco e ben strutturato, con alcuni piccoli cambiamenti e un riassetto delle competenze, con Fabio Franciosi nel ruolo di Direttore Operativo e una riorganizzazione pratica snella e veloce, dalla Prima squadra al Minibasket secondo un lavoro più che mai condiviso e delineato chiaramente.

Giancarlo Maiolo e Alberto Chiapparelli ricopriranno il ruolo di Club manager nei settori Senior e Giovanile mentre il ‘pianeta’ Minibasket ruota attorno alla libertà propositiva e organizzativa di Eleonora Tomassi.

L’organigramma 2020/2021

“C’è la voglia – spiega il direttore Fabio Franciosi – di accrescere l’entusiasmo di tutto lo staff tecnico, e dirigenziale, stampa e comunicazione, intorno alla prima squadra e a diversi gruppi giovanili affinché chiunque si senta parte di un progetto, sempre gratificato ed entusiasta di entrare al palazzetto per dare una mano fondamentale.

Dopo lo stallo, i dubbi, i problemi di questo periodo non facile e per niente entusiasmante direi proprio che siamo pronti a ripartire.”

Related posts

“DiVenerdì”, tornano gli appuntamenti con la cultura nella Biblioteca comunale

Redazione Numerozero

Lunghe code sull’A1 tra Valmontone e San Cesareo

Redazione Numerozero

Fontana di Trevi, Polizia Locale sequestra 150 articoli contraffatti – Foto

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info