Home » A San Cesareo 66enne malmenano per un posto auto
Territorio

A San Cesareo 66enne malmenano per un posto auto

Cave, dal braccialetto elettronico agli arresti domiciliari
Cave, dal braccialetto elettronico agli arresti domiciliari

Venti giorni di prognosi per il 66enne di San Cesareo aggredito al mercato a colpi di spranga per un posto auto conteso.

Durante i consueti servizi di perlustrazione attuati negli orari di svolgimento del mercato settimanale, i carabinieri della stazione di San Cesareo sono dovuti intervenire per sedare una furibonda lite scoppiata tra un 39enne originario di Labico – con precedenti –  ed un pensionato di 66 anni. Motivo del contendere, un posto auto.

I carabinieri hanno faticato non poco per placare l’ira del 39enne che, armato con un tubo di ferro, stava ripetutamente colpendo alle gambe il 66enne che ha riportato delle ferite lacero contuse alla coscia sinistra. Il pensionato è stato soccorso e trasportato al pronto soccorso dove è stato medicato e dimesso con 20  giorni di prognosi.

Il responsabile dell’aggressione, trovato anche in possesso di circa 3 grammi di hashish,  è stato fermato e portato in caserma dove ha continuato a dare in escandescenze danneggiando alcune suppellettili, insultando e minacciando i carabinieri che lo avevano ammanettato.

Per l’uomo è scattato l’arresto con le accuse di lesioni gravi, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Dopo le formalità di rito, il 39enne è stato trattenuto in caserma, in attesa del rito direttissimo disposto dall’Autorità giudiziaria.

Related posts

Primo morto Covid a Palestrina: il dilemma sulla terapia intensiva

Redazione Numerozero

Commissione di San Cesareo sugli odori nauseabondi. Associazione Aria Pulita: “Diffidiamo il comune”

Matteo Palamidesse

La Gazza Ladra in mostra, la creatività su tre generazioni

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info