Home » A Ciampino la Protezione civile simula intervento con le idrovore
Ciampino

A Ciampino la Protezione civile simula intervento con le idrovore

Il gruppo “Adolfo Aceti”, in collaborazione con la polizia locale, dà dimostrazione della grande capacità operativa

Simulazione di un intervento in un’area allagata con assistenza alla cittadinanza. Si è svolta venerdì scorso a Ciampino, la prima esercitazione generale del 2021 che ha visto scendere in campo dodici volontari del gruppo comunale della locale Protezione Civile “Adolfo Aceti”. Un’attività di fondamentale importanza, considerato che le unità operative hanno dato la massima disponibilità alla Centrale operativa regionale a fornire assistenza alla popolazione e ad intervenire in tutto il Lazio in caso di allagamenti, come ad esempio in occasione dell’esondazione del fiume Turano, in provincia di Rieti. Due equipaggi sono già pronti operativamente h.24, con disponibilità di più idrovori per fronteggiare l’emergenza in caso di attivazione della Struttura regionale di coordinamento. L’esercitazione di venerdì, che si è svolta in quattro fasi,  ha visto in azione anche il comando della polizia locale di Ciampino,  a garantire supporto logistico. 

Dall’allestimento di un campo base per l’assistenza alla popolazione si è passati al controllo dell’idrovora – che ha permesso ai volontari di apprendere le caratteristiche relative al funzionamento dell’impianto – fino a giungere alla fase operativa, in piazza della Pace. Successivamente, l’esercitazione ha proseguito in zona Valle Copella dove il gruppo è stato impegnato  “nella definizione – spiega il comandante della polizia locale,  Roberto Antonelli – di una linea di intervento in modalità table top, che è stata messa a punto in soli 20 minuti”.

E’ stata  accertata la piena funzionalità del “campo base”, con l’attivazione di una cucina da campo in grado di preparare venti pasti caldi, cucinati in circa un’ora dall’attivazione della simulazione. Volontari e agenti di polizia comunali tornano adesso a lavoro per pianificare la prossima esercitazione che si terrà nel mese di febbraio”.

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info