Home » A Cave si aprono le porte del presepe più grande d’Europa
Cave

A Cave si aprono le porte del presepe più grande d’Europa

Il 12 dicembre al Museo “Lorenzo Ferri” ingresso gratuito per “Presepi Aperti”

di Giorgia Mastropietro

Cave. In occasione dell’evento “Presepi Aperti”, che si terrà a Cave domenica 12 dicembre, il Museo “Lorenzo Ferri” aprirà le porte delle sale ipogee dell’ex convento degli Agostiniani, sezione distaccata che ospita le statue della rappresentazione dell’Epifania più alte d’Europa. I gessi dello scultore Lorenzo Ferri alti fino a quattro metri raffigurano gli elementi essenziali del presepe, ovvero, Giuseppe, Maria, il Bambinello, i tre Magi ed i loro paggi.

Il museo, che prende il nome dall’artista, non ospita soltanto il presepe monumentale, ma anche altre opere di inestimabile valore; tra le più significative e conosciute, i bozzetti di sculture romane come la statua di Trilussa e di Giolitti, l’Ecce Homo, il Cristo Alfa-Omega e il Cristo Redentore, i rilievi per il concorso delle porte bronzee della Basilica di San Pietro in Roma, il dipinto a olio “Eva nell’Eden” e i bozzetti del monumento per il santuario di Knock in Irlanda. 

Eccezionalmente, in occasione dell’evento, l’ingresso sarà gratuito.

“Presepi Aperti” è una manifestazione all’insegna della cultura e dell’intrattenimento, realizzata dai commercianti di Cave in collaborazione con la Pro Loco, l’amministrazione comunale e il Consorzio I Castelli della Sapienza.  

Ad attendere tutti i visitatori ci saranno negozi con vetrine allestite a festa, mercatini di Natale e mostre di pittura. Immancabile lo spettacolo della Banda Città di Cave, il concerto della Corale Lorenzo Perosi, le esibizioni degli allievi della scuola di danza della Maestra Laura Apostoli e per i più piccoli la casa di Babbo Natale e tanto divertimento con la Compagnia delle Bollicine.

Ma ovviamente l’intera giornata sarà dedicata alla visita dei presepi; da non perdere infatti la XII Mostra-Concorso dei presepi CTG , che avrà luogo nella sala Velluti in Viale Giorgioli, oltre ai presepi allestiti nelle Chiese del paese che resteranno aperte per l’occasione e infine, ma non per ultimo, in Piazzetta delle Erbe si potrà visitare il nuovo presepe di Natale realizzato da alcuni volontari che con il loro impegno offrono un importante contributo alla valorizzazione del centro storico.

Related posts

Adolfo De Angelis: sfiducia, ma non troppo

Redazione Numerozero

Olimpiadi Rio, Il Setterosa batte la Russia, mentre le azzurre di sciabola non ce la fanno contro l’Ucraina

Luca Casale

Michael Magnesi a difesa del titolo di campione del mondo

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info