Home » Il 25 aprile a Genazzano i 550 anni della venuta della Madonna
Ultimi articoli

Il 25 aprile a Genazzano i 550 anni della venuta della Madonna

Nel 1467 sulla parete dell’attuale Santuario apparve l’immagine della Madonna con il Bambino che, da allora, viene venerato da fedeli di tutto il mondo.

Il 25 Aprile 2017 per Genazzano (Roma) sarà un giorno importante perché inizierà l’Anno Giubilare per i 550 anni della “venuta“ della Madonna in questo delizioso centro laziale. Cosa ricorda questa data? Ricorda che il 25 Aprile del 1467, sulla parete di una chiesa in ristrutturazione, il popolo ha ammirato una stupenda Immagine della Madonna con il Bambino. Sono trascorsi 550 anni da quell’evento, che richiamò tanti pellegrini da ogni parte d’Italia, e da allora numerosi sono i prodigi avvenuti di fronte a questa miracolosa Immagine. I Padri Agostiniani, che dal 1356 sono presenti a Genazzano, custodiscono questa meravigliosa Immagine in una Basilica Santuario dove si possono ammirare preziose opere d’arte.

In preparazione a questa festa sono presenti numerosi Vescovi (Giuseppe Mani, Gianfranco Girotti, Lino Fumagalli, Domenico Pompili, Guido Marini, Gianni Checchinato e l’Abate di Subiaco Mauro Meacci ) che, con la loro partecipazione, renderanno ancora più solenne questa festa. Il 25 aprile vedrà la presenza, oltre il Vescovo Diocesano Mons. Domenico Sigalini, del Cardinale (emerito) di Palermo S.Em.za Salvatore De Giorgi. Ci sarà, inoltre, l’Annullo postale per ricordare la “Venuta” della Madonna. La tradizione ci dice che in una chiesa di Scutari (Albania) si venerava l’Immagine della Vergine con il Bambino. Con l’arrivo dei musulmani della Turchia, questa Immagine scomparve e due pellegrini albanesi la ritrovarono qui a Genazzano, questa tradizione, comune all’Italia e all’Albania, è tuttora viva; grande è la devozione degli Albanesi verso la Madre del Buon Consiglio e, nell’ultima domenica di maggio, una folla numerosa viene a trovare la “loro” Madonna.

La celebrazione di questo Anniversario è un grande dono per tutti i devoti che dall’Italia e da ogni parte del mondo vengono a Genazzano a venerare la dolce Immagine della Madre del Buon Consiglio.

di Giovanni Gisondi

Related posts

Resoconto del terremoto di ieri da Amatrice: le parole di un volontario della Protezione Civile di Palestrina

Matteo Palamidesse

Concluse a Poli le riprese del Pinocchio di Matteo Garrone

Redazione Numerozero

Trasporti Lazio: Zingaretti consegna nuovi bus Cotral a Tivoli

Redazione Numerozero

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info