Home » “Uso consapevole dei social e dipendenze”. Carabinieri in prima linea
Colleferro

“Uso consapevole dei social e dipendenze”. Carabinieri in prima linea

La conferenza organizzata dall’Arma in collaborazione con A.CU.DI.PA, l’Associazione per la Cura delle Dipendenze Patologiche .

L’11 e 12 maggio scorso, i Carabinieri della Compagnia di Colleferro e l’Associazione per la Cura delle Dipendenze Patologiche (ACuDiPa) hanno tenuto due conferenze, rivolte agli studenti dell’Istituto Tecnico Statale “S. Cannizzaro” e dell’Istituto Superiore di Istruzione “G. Marconi” di Colleferro, organizzate con la collaborazione di entrambe le Direzioni Scolastiche per trattare temi di formazione della cultura della legalità. 

L’incontro è stato tenuto dal Comandante della Compagnia di Colleferro e dalla Dott.ssa Sara Nocera, Emergency Supporter, rappresentante dell’Associazione ACuDiPa, che si occupa delle dipendenze patologiche.

Hanno partecipato alle conferenze complessivamente 360 alunni di entrambi gli istituti, con i quali i relatori hanno parlato dell’importanza del rispetto delle regole quale fondamento per la civile convivenza, uso consapevole dei social, della devianza giovanile e delle dipendenze. 

La conferenza, che ha riscosso grande interesse da parte dei giovani, con numerosissime domande e interventi, è iniziata con il saluto e il ringraziamento di entrambi i Dirigenti Scolastici per conto di tutto il corpo docente. 

L’attività rientra nel quadro delle iniziative di formazione e sviluppo della cultura della legalità che vede impegnati i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in attuazione del protocollo d’intesa tra l’Arma e il Ministero dell’Istruzione, oltrechè nell’ambito del programma nazionale di collaborazione con l’Associazione ACuDiPa, con la quale prosegue la cooperazione per promuovere la prevenzione e la cura delle dipendenze patologiche.

Related posts

Sancesareo.online il portale al servizio delle imprese. Intervista all’ideatore

Redazione Numerozero

Metro Laurentina, dipendente Atac accoltellato

Matteo Palamidesse

Nuovo ecografo al PS di Palestrina. “Una canzone per te” colpisce ancora

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info