Nel Lazio arrivati convogli di rinforzo direttamente dalla Lombardia. La cancellazione di un numero cospicuo di treni regionali dovuto al consumo anomalo delle ruote dei treni regionali.

Treni regionali. Migliaia di pendolari costretti a prendere le corse sostitutive dei bus a causa di ritardi e cancellazioni dovuti a guasti tecnici, 250, almeno, quelle soppresse all’ultimo.

Per contenere i danni Trenitalia ha dirottato sul Lazio alcuni convogli targati Trenord, utilizzati in Lombardia.

Dall’Osservatorio regionale trasporti: “Trenitalia ci comunica che da martedì 19 grazie all’arrivo di materiale da altre Regioni saranno ripristinate, in tutto o in parte, 7 coppie di treni”.

Soppressioni e ritardi hanno fatto indispettire e non poco il Presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, che in settimana ha incontrato i vertici di Rfi e Trenitalia, chiedendo soluzioni immediate ai disagi e confermando le multe per le aziende, inadempienti rispetto ai chilometri da garantire previsti dal contratto di servizio con la Regione.

Ancora non sono ben chiare le motivazioni e l’origine delle anomalie. Ciò che si è appreso è che qualcosa non funziona nell’interazione tra ruote e binari, le prime più usurate del solito anche a causa – dicono i tecnici – del grande caldo.

Per questo motivo si è coinvolto il Politecnico di Milano per determinare le cause tecniche e trovare soluzioni di lunga durata.

Lascia un commento

Rispondi