Home » Elezioni regionali: rosa e progressiste per il Lazio
Speciale Elezioni

Elezioni regionali: rosa e progressiste per il Lazio

Elezioni regionali: rosa e progressiste per il Lazio
Elezioni regionali: rosa e progressiste per il Lazio

Quattro giovani donne e un furgoncino per portare nella Provincia di Roma una politica attenta a ambiente e salute.

Elezioni Regionali Lazio: Eva Vittoria Cammerino detta Evìta, giovane candidata di 35 anni, e un gruppo di volontarie under30 stanno girando la provincia romana a bordo di un furgoncino tappezzato di manifesti rosa sgargiante per diffondere, a colpi di megafono, una candidatura dirompente e fuori dagli schemi.

Tra le tappe: Guidonia Montecelio, Monterotondo, Torrita, Tiberina, Morlupo, Formello, Sacrofano, Trevignano Romano, Bracciano, Monte Porzio, Rocca Priora, Castel Gandolfo, Ariccia, Lanuvio.

Siamo stanche di una politica chiusa nelle stanze del potere e inaccessibile a giovani e donne.” afferma Evìta – “Abbiamo poche risorse ma siamo determinate a raggiungere tutti i territori di questa circoscrizione e presentare la nostra proposta di Regione che si vede e fa la differenza per ogni cittadina e cittadino”.

Ambiente e salute, giovani e donne, artigiani e PMI sono i temi cardine del programma della candidata, attualmente consigliera di municipio in un territorio sfidante, quello di Roma Est.

In particolare, la 35enne si impegna a spostare l’attenzione sulla prevenzione delle malattie respiratorie e dei tumori più diffusi come seno e utero e sulla salute mentale; sulla protezione dell’ambiente tramite investimenti per le comunità energetiche rinnovabili
e strumenti di conservazione della biodiversità; sul rafforzamento di centri antiviolenza e consultori, insieme a percorsi di educazione affettiva e sessuale nelle scuole; sul sostegno all’imprenditorialità giovanile, valorizzando le eccellenze locali e promuovendo i distretti artistici e artigianali.

Evìta, che ha alle spalle anni di studi, lavoro e attivismo in Italia e all’estero, è scesa in campo con la lista progressista Radicali – Volt – PiuEuropa a sostegno della coalizione di centro-sinistra.

Mi candido per tenere accese alcune luci scomode dei nostri territori sfide conosciute ma lasciate spesso senza soluzione – e renderle priorità. Con la convinzione che tutto può cambiare.”

Marika Rotondi (Fdi) precisa: “Il Circolo di Palestrina non è commissariato”

Related posts

Palestrina, zona 167 : avvio di un tavolo permanente

Matteo Palamidesse

Omicidio di Monte Compatri: preso il secondo ricercato

Matteo Palamidesse

Zagarolo, al via la mostra “I giochi di Leonardo”

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info