Home » Via Francigena: messa in sicurezza, sviluppo e promozione da parte dell’XI Comunità Montana
Eventi

Via Francigena: messa in sicurezza, sviluppo e promozione da parte dell’XI Comunità Montana

Stanno per iniziare i lavori per il recupero e la messa in sicurezza della Via Francigena, in particolare sul tratto della direttrice Prenestina-Latina della Via Francigena nel Sud da Anagni- Paliano a Roma.
Le aree interessate da questi lavori ricadono nei seguenti Comuni: Monte Compatri, San Cesareo, Gallicano nel Lazio e Palestrina.
“Via Francigena nel tratto Prenestina-Latina della XI Comunità Montana” è il progetto della Comunità Montana, finalizzato alla ricostruzione del percorso della Via Francigena, alla verifica dello stato di messa in sicurezza del tracciato e all’azione di recupero e promozione del territorio di competenza.

In particolare i lavori riguarderanno l’intero tracciato dal punto di vista strutturale affinché il percorso della “Via Francigena” sia maggiormente fruibile. Ogni tracciato dovrà essere munito di segnaletica efficace ed omogenea per tutto l’itinerario in entrambe i sensi del cammino, dovrà fornire servizi di informazione, assistenza, supporto tecnico e logistico per organizzare la visita e la permanenza.

Tutto questo sarà integrato a Info point, cartellonistica e QR Code da cui trarre notizie storiche o servizi. Saranno infine abbattute le barriere e sarà adeguato l’impianto di strutture e infrastrutture.

I lavori sono finanziati dal GAL CRMP grazie al bando “Investimenti per uso pubblico in infrastrutture ricreative, informazione turistica e infrastrutture turistiche su piccola scala” a cui la Comunità Montana ha partecipato.

Il Bando del GAL metteva a disposizione degli Enti e dei Comuni aderenti, risorse economiche per la realizzazione e valorizzazione delle emergenze culturali naturalistiche e per il tempo libero anche attraverso la creazione di itinerari territoriali.

“Una migliore fruizione porterà a una maggiore frequenza di pellegrini, turisti e residenti con il conseguente aumento delle strutture ricettive nelle zone in cui sono carenti – spiega il Commissario della Comunità Montana, Serena Gara. – Il progetto renderà accessibili alcuni ambiti dei territori interessati e, in futuro, speriamo possa essere d’aiuto nel recupero di quei luoghi logisticamente strategici, importanti per la promozione dei nostri borghi. L’obiettivo primario è quello di favorire forme di accoglienza che siano in grado di avvicinare pubblico e privato, facilitando l’aumento dell’offerta e declinandola su proposte turistiche diversificate. Tutto ciò dovrà aprire a iniziative di coinvolgimento dei pellegrini alle realtà delle comunità attraversate, creando occasioni di scambio di esperienze, di usanze e tradizioni locali”.

CHE COS’E’ LA VIA FRANCIGENA?

La VIA FRANCIGENA è un progetto riconosciuto d’interesse internazionale che dal Nord Europa conduce a Gerusalemme. Di questo “viaggio” il tratto Anagni/Paliano-Roma non solo rappresenta il punto di partenza della Francigena verso le coste pugliesi e la Terra Santa, ma anche la porta d’ingresso alla Città Eterna.

Related posts

Fiumicino, atterraggio d’emergenza per volo United Airlines

Matteo Palamidesse

Express production e la favola de “L’Acciarino magico”

Redazione Numerozero

Zagarolo, furto al bar della stazione: recuperato bottino da 70mila euro

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info