La dottoressa Cristiana Polucci parte per fare meglio del 2019: “Invito al voto la gente senza promesse, solo l’impegno per Palestrina”.

di Massimo Sbardella

Un nuovo candidato sindaco al via, in vista delle amministrative dell’8 e 9 giugno 2024. Nella sala conferenze dell’Hotel Stella, a Palestrina, Cristiana Polucci ha lanciato la propria candidatura davanti ad una platea affollata e sostenuta dalle liste “Palestrina in comune” e “Alleanza verdi sinistra”. Dopo aver presentato i risultati del sondaggio sottoposto ai giovani under 35, a cui hanno risposto in 253, l’iniziativa è andata avanti con i saluti dei diversi sostenitori intervenuti per chiudersi con l’intervento della candidata stessa che ha voluto esordire precisando che, insieme ai collaboratori, ha messo su un progetto incentrato sulla “persona”: “Una persona senza colori e stato sociale – ha detto Polucci – che ha bisogno di risposte dopo la pandemia e due commissariamenti, il secondo dei quali inopportuno, lungo e gravissimo”.

“Palestrina ha perso l’anima – afferma la candidata sindaca – e noi vogliamo ritrovarla. Qualunque sia il risultato vogliamo tessere una collaborazione con gli altri contendenti perché la città deve ritrovare la sua centralità. Palestrina è una vigna da coltivare, non un limone da spremere”.

La Polucci parla di ospedale, di ambulatori, di viabilità e mobilità, di sviluppo imprenditoriale, di dipendenti pubblici e delle frazioni, di partecipazione attiva. Ma non fa promesse. “L’invito è rivolto a tutti i cittadini liberi affinché l’8 e 9 giugno vadano a votare. L’unica promessa che mi sento di fare è che noi ci impegneremo per Palestrina!”

“Ringrazio tutti, – scrive alla fine Polucci – chi è rimasto nonostante il caldo, chi non ha resistito ed è dovuto andar via, chi voleva venire ma non ha trovato parcheggio. Siete stati veramente tanti e, come detto, ieri l’unica promessa è quella che ci impegneremo!”.

Segui il link per ascoltare l’intera presentazione della Polucci

Lascia un commento

Rispondi