Home » Caritas: “Martedì arriveranno 25 cittadini ucraini in fuga dalla guerra”
Palestrina

Caritas: “Martedì arriveranno 25 cittadini ucraini in fuga dalla guerra”

Fabio Leggeri, direttore della Caritas: “Serve una risposta che sia adeguata alle vere esigenze delle persone che arrivano”. Martedì la nostra Diocesi accoglierà 25 cittadini ucraini in fuga dai combattimenti.

Intervenuto durante la trasmissione “Zero in Onda” il direttore della Caritas della Diocesi di Palestrina ha sottolineato come spesso le risposte alle emergenze siano risposte molto generose, ma di pancia.

“Spesso, e di questo ringraziamo tutti coloro che ci sono vicini, arriva una mole di cibo e di vestiario che facciamo fatica a gestire, perché può essere deperibile o perché in quel determinato momento non è ciò di cui si ha bisogno”.

In effetti, come già sottolineato durante la raccolta di prodotti durante le festività natalizie, molto spesso pensiamo a reagire alle emergenze non tenendo conto delle “vere” esigenze delle persone a cui i nostri sforzi sono destinati. ù

Per esempio quasi mai, pensiamo a come i prodotti per l’igiene personale, soprattutto per quella femminile o dei bambini, siano prodotti indispensabili, prodotti che noi utilizziamo quotidianamente ma ai quali difficilmente pensiamo in occasioni come queste.

“Come detto occorre pensare a ciò che utilizziamo ogni giorno per poter comprendere appieno come una parvenza di normalità passi anche attraverso questa piccola delicatezza” ci conferma Fabio Leggeri.

“Proprio perché le esigenze sono molteplici e le risposte da dare sono diverse, la Caritas di Palestrina non agisce in modo autonomo, ma in maniera strutturata attraverso la collaborazione con Caritas Italiana”.

Proprio negli ultimi giorni il direttore di Caritas Italiana, Don Marco Pagniello, con alcuni collaboratori, si è recato a confine con l’Ucraina, proprio per comprendere appieno quale azioni mettere in campo. In realtà stiamo già fornendo risposte attraverso le Caritas Ucraine, attive sin dal primo momento.

A sinistra, Don Marco Pagniello

Per questo è stata istituita una raccolta fondi, che serve per destinare ogni sforzo possibile proprio alle nostre Caritas “sorelle” in Ucraina.

Abbiamo anche istituito una pagina Facebook apposita, “Vicini all’Ucraina” attraverso il quale ognuno può trovare tutte le informazioni di cui ha bisogno.

Vorrei aggiungere inoltre che martedì arriveranno presso la nostra diocesi 25 cittadini ucraini in fuga dalla guerra che arriveranno con uno dei voli organizzati da Caritas Italiana.
Saranno accolti nelle nostre strutture di Zagarolo, Labico e San Vito Romano” conclude Fabio Leggeri.
La pagina Facebook creata dalla Caritas della Diocesi di Palestrina

Contatti: Tel: 340 0523072 – Email: [email protected]

Related posts

Asl Rm 5, otto dipendenti denunciati per assenteismo dalla Guardia di Finanza

Redazione Numerozero

Turismo Valmontone: al via “L’arte da bere – le dimore del vino”

Redazione Numerozero

Palestrina, “Karol Wojtyla” chiusa per derattizzazione: “Un atto dovuto”- AGGIORNAMENTO

Matteo Palamidesse

Rispondi

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetta Più info