I Vicoli del Jazz 2016: a Palestrina grandi artisti per un grande festival

Free entry

Organizzato dall’Associazione culturale Vicoli del jazz,  torna a Palestrina la V edizione del Festival omonimo che, dal 20 al 24 luglio 2016, interesserà come di consueto l’intero centro storico cittadino.

Un evento, quello promosso dall’Associazione I Vicoli del Jazz, che cresce ogni anno di più rivolgendo particolare attenzione alla musica jazz, particolarmente apprezzato nel suo intento di ricreare l’atmosfera di New Orleans dei primi anni del 900.

Un’iniziativa di grande spessore musicale e culturale che mira, come sempre, anche a valorizzare il territorio prenestino, con il suo patrimonio storico e artistico.

 Quest’anno la manifestazione offre agli appassionati un giorno in più di grande musica, grazie al sostegno dei diversi sponsor.

Al fianco dell’Amministrazione comunale di Palestrina, che fin dall’inizio ha creduto nella rassegna jazz, fondamentale è il contributo offerto da tanti sponsor minori oltre alla Banca di credito cooperativo di Palestrina e alla locale Proloco, che affianca i Vicoli del jazz per far sì che tutto proceda al meglio.

Tra le novità di questa edizione, c’è la preziosa collaborazione con il Polo museale del Lazio che si è rivelato un partner importantissimo nell’organizzazione della serata inaugurale, quella che vedrà il celebre pianista jazz italiano Danilo Rea esibirsi, mercoledì 20 luglio alle 21, presso il Museo Archeologico Nazionale di Palestrina e “Santuario della Dea Fortuna Primigenia”, una location particolarmente suggestiva che attraverso il festival avrà l’opportunità di far conoscere la propria magia anche al grande pubblico.

L’occasione è particolarmente ghiotta visto che Danilo Rea è un nome di grandissimo appeal nel panorama musicale nazionale, e non solo.

Rea ha debuttato nel 1975, nel Trio di Roma con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto, per crescere poi costantemente suonando con molti grandi del jazz, come Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Phil Woods, Michael Brecker, Tony Oxley, Joe Lovano, ecc. In Italia numerose sono anche le collaborazioni con celebri artisti, quali Mina, Claudio Baglioni, Pino Daniele, Gino Paoli e molti altri.

 Il giorno seguente, giovedì 21 alle 21.30, a Vicolo del duomo si esibirà Simone Alessandrini Storytellers che, attraverso i suoni contemporanei del free jazz, l’hard rock e di New Orleans, racconta in musica alcuni aneddoti della seconda guerra mondiale.

Venerdì 22 luglio, nel cuore di Palestrina, presso la Piazzetta del borgo, alle 21.30 si esibiranno gli Sticky Bones, un ensemble specializzata in Lowdown jazz & Hokum blues e presenti anche nel programma di Umbria Jazz 2016.

La magica serata di sabato 23, in piazza Regina Margherita, sarà aperta dagli Arx alle 21, funk band che, oltre al proprio ricco repertorio, presenterà ottime esecuzioni di cover riarrangiate.

Il clou del Festival si raggiungerà con l’esibizione per eccellenza del grande maestro Kenny Garrett. 

Uno tra i più grandi artisti di musica jazz a livello internazionale. Un sassofonista e flautista statunitense che nel suo curriculum ha visto la sua partecipazione nell’orchestra di Duke Ellington, all’orchestra di Mel Lewis e al quartetto di Dannie Richmond. Kenny Garret farà tappa a Palestrina nell’ambito del proprio tour europeo organizzato, con il suo quintetto, per presentare il nuovo disco “Do your dance”.

 Giornata ricca di eventi, infine, quella di domenica 24 luglio quando si inizia addirittura dalle ore 10 presso l’ospedale “Coniugi Bernardini” di Palestrina con l’evento Jazz Take Care.

L’Associazione Sorrisiamo Clowndottori Onlus, insieme ad alcuni musicisti, animeranno la mattinata tra i letti dei piccoli ospiti con musica e divertimento in pediatria.

Il divertimento si sposterà quindi in Piazza Santa Maria degli Angeli, dove i Pulcini ballerini intratterranno i più piccoli. Alle 19 in Piazza delle Erbe si torna nel vivo del Festival con La strada & The swing animals, gruppo nato dall’incontro di alcuni musicisti per le strade di Roma, che proporrà musica come cibo per l’udito e per la mente.

A concludere i cinque giorni dedicati al jazz, in Piazza Santa Maria degli Angeli alle ore 21, sarà il grande talento di Greta Panettieri, “donna da sold out”, come è stata definita a seguito del tutto esaurito nei suoi concerti, in Italia e negli USA, con l’album “Non gioco più”.

Un programma ricco e di spessore che rende i Vicoli del Jazz un appuntamento irrinunciabile nell’estate della provincia romana, soprattutto in un anno dove l’associazione sta tentando di tutto per arrivare al livello dei grandi Festival Internazionali.

Comunicato stampa dell’Associazione “I Vicoli del Jazz”. Riceviamo e pubblichiamo..

I Vicoli del Jazz 2016: a Palestrina grandi artisti per un grande festival ultima modifica: 2016-07-07T17:01:04+00:00 da Matteo Palamidesse
Non ci sono commenti

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata.

Puoi usare TAG e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>